IL BORGO ABBANDONATO DI CRACO. Carlo Levi e la civiltà contadina nel territorio del confino

Un incontro con Alessandra LANCELLOTTI, autrice di uno studio sul borgo abbandonato di Craco, piccolo centro della collina materana, che ha subìto il completo spopolamento a causa di una frana, oggi coinvolto in processi di valorizzazione legati al cinema per la sua forte vocazione scenografica.

L’autrice ha voluto rintracciare le relazioni che intercorrono fra cinema, patrimonio e memoria, analizzando il possibile ruolo della produzione e narrazione cinematografica per la valorizzazione architettonica e paesaggistica.

Una rilettura dell’identità di Craco fra territorio urbano e rurale, fra abbandono e vocazione scenografica, che ha al suo centro il “mondo contadino” di cui Carlo Levi si fece ambasciatore.

Introduce:

Maria A. CANCELLARO – Presidente  Centro Levi

Interventi:

Alessandra LANCELLOTTI – Autrice

Beatrice VOLPE – Giornalista

La Presidente Maria Antonietta Cancellaro

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*