GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATA STRUTTURA RICETTIVA E ARRESTATO UN SOGGETTO PER “SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE”

I Finanzieri della Tenenza di San Pietro Vernotico, all’esito di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Brindisi, hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un soggetto ritenuto responsabile del reato di sfruttamento della prostituzione ed esercizio di una casa di tolleranza in violazione della Legge “Merlin”. L’indagine scaturisce a seguito di specifici controlli di polizia economicofinanziaria nel settore degli affittacamere e bed & breakfast, disposti dal Comando Provinciale di Brindisi, con lo scopo di verificare la corretta applicazione delle norme fiscali ed amministrative da parte degli operatori del settore, insistenti sul territorio di competenza. Nell’ambito di tale attività, le Fiamme Gialle sanpietrane hanno individuato un bed & breakfast, sito nella periferia di Cellino San Marco (BR), al cui interno operava un centro massaggi privo di autorizzazioni amministrative e sanitarie, completamente sconosciuto al fisco.

I preliminari accertamenti esperiti hanno consentito di acquisire elementi indiziari rilevanti tali da far emergere che, dietro il formale paravento di attività lecite, si celassero, di fatto, condotte delittuose più gravi, connesse allo sfruttamento della prostituzione. Difatti, è emerso che la struttura era utilizzata come location presso cui attrarre “clienti” attraverso annunci postati su specifici siti “WEB”. Il provvedimento cautelare emesso dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi ha, altresì, disposto il sequestro preventivo della struttura ricettiva – del valore di 250 mila euro – ritenendo l’immobile stabilmente strumentale all’attività illecita.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*