Trasporto pubblico locale: il Comune chiede un potenziamento

Riunione alla Città Metropolitana per la definizione delle linee future
L’assessore Iurino: «Chieste più corse da e per l’ospedale e la zona Pip»

Il 2018 segnerà l’esordio del nuovo piano di bacino del trasporto pubblico locale, demandato alla competenza della Città Metropolitana che non a caso, in questi giorni, insieme ai Comuni sta definendo le linee guida della nuova programmazione. Un appuntamento al quale Gravina non ha inteso mancare, sollecitando anzitutto un potenziamento dei servizi nei collegamenti su gomma.

Della proposta si è resa interprete l’assessore alla mobilità urbana Annamaria Iurino, prendendo parte su delega del sindaco Alesio Valente, insieme al comandante della Polizia Municipale Nicola Cicolecchia, all’incontro svoltosi proprio negli uffici della Città Metropolitana. All’ordine del giorno, la definizione dei contenuti del nuovo piano di bacino del trasporto pubblico locale. «Più o meno recentemente, complici anche l’apertura del nuovo ospedale e la realizzazione di istituti scolastici e nuovi insediamenti produttivi all’esterno del perimetro prettamente urbano – ricorda il primo cittadino – è cresciuta la domanda dell’utenza in ordine a collegamenti efficienti e puntuali. Nel corso del tempo, interloquendo con le istituzioni competenti, siamo riusciti ad ottenere aggiustamenti e migliorie che però, per quanto importanti, si sono rivelati non esaustivi. Per questo abbiamo intavolato con la Città Metropolitana un confronto sulle reali ed aggiornate esigenze della nostra città, notevolmente cambiata e cresciuta negli ultimi anni». Uno scenario che l’assessore Iurino ha poi focalizzato, in sede di discussione. «Presentata la mappatura dei bisogni della città in fatto di trasporto e mobilità – sottolinea l’assessore – abbiamo avanzato alcune precise richieste, delle quali a nostro avviso si dovrà necessariamente tener conto». Due su tutte, in particolare: «Un potenziamento delle corse da e per l’ospedale della Murgia, attivo dal 2014 e dunque modo da tenere in debita considerazione nell’attività programmatoria futura, e poi nuovi collegamenti da e per la zona Pip, cresciuta quanto agli insediamenti produttivi in essa presenti ma, al tempo stesso, diventata meta di centinaia di studenti, a seguito dell’apertura del nuovo polo scolastico superiore. Insomma, tante buone ragioni per accogliere i suggerimenti da noi avanzati».

Nei prossimi giorni altri incontri, ma già s’attendono risposte. E l’assunzione di impegni altrettanto chiari in tema di sostenibilità: «Condivideremo il cammino che la Città Metropolitana ha prospettato – chiosa l’assessore Iurino – confidando tuttavia non vengano meno gli impegni da assumere, all’interno del redigendo piano, in relazione alla diminuzione degli indici di inquinamento in favore di scelte rispettose dell’ambiente, ad esempio attraverso uno svecchiamento del parco macchine: lo consideriamo obiettivo altrettanto imprescindibile».

Comune di Gravina in Puglia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*