IL MONDO IN PAESE. L’ascolto e il dialogo: persone e culture che si incontrano e i valori dell’accoglienza

 

Una Giornata di Sensibilizzazione – e quale occasione migliore del Santo Natale –  per continuare a diffondere i valori del dialogo, dell’ascolto, dell’accoglienza e di mettere al centro dei propri valori la Persona in quanto tale, lontana da pregiudizi e stereotipi? Questa l’intento promosso dal Comune di Gorgoglione insieme alla cooperativa Novass, gestore del Progetto Sprar per minori stranieri non accompagnati Oltre di Gorgoglione”. Il mondo è nel mio paese porta avanti i valori dell’ascolto e del dialogo con persone di culture differenti in quanto sottolinea la diversità come fonte di arricchimento. Un incontro e un dialogo formativo, volto a sensibilizzare le comunità sul tema dell’accoglienza, dando voce ai bisogni, alle storie e ai desideri che i Minori Stranieri portano con sé. L’incontro – dialogo è promosso in collaborazione con l’Istituto comprensivo T Montano di Stigliano in quanto soggetto attivo e proattivo ai fini dell’integrazione di minori stranieri, veicolo fondamentale di trasmissione di valori culturali e tradizioni e per combattere i pregiudizi attraverso la conoscenza della realtà vissuta dai ragazzi ospiti del Progetto SPRAR.

I ragazzi che affrontano il viaggio della vita – ha detto il presidente della Cooperativa sociale Novass – Carmen Olivieri – senza le certezze ed il sostegno delle loro famiglie, fuggono per costruire il loro futuro, portando con sé sogni e desideri che caratterizzano tutti gli adolescenti del mondo. I ragazzi dello Sprar parlano lo stesso linguaggio dei loro coetanei italiani, ascoltano la stessa musica, vivono le stesse emozioni dei nostri figli, con gli stessi problemi e le stesse difficoltà di chi cresce in un posto, grande o piccolo che sia, colmo di pregiudizi.

Senza dubbio è fondamentale il confronto tra i diversi attori istituzionali: Comuni, Regioni, Scuole e tutto il terzo settore che non può esimersi  di essere promotore di un welfare a misura Si di bambino, ma di bambino oramai, cittadino del mondo: è necessario condividere modelli di intervento per potenziare il sistema di accoglienza, analizzare le prospettive dei msna nella nostra regione e creare, partendo anche da loro e con loro il progetto di una nuova e giovane società civile e un nuovo modello sociale.

All’incontro interverranno Giovanni Tagliaferri, Psicologo e Pedagogista Coordinatore Nazionale Comunità per Minori (CNCM), il dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Rocco Montano di Stigliano, Michela Antonia Napolitano, il sindaco del Comune di Gorgoglione, Giuseppe Filippo e la Presidente delle Cooperativa sociale Novass di Policoro, Carmen Olivieri e non mancheranno le testimonianze dei Minori stranieri del progetto Sprar : loro esperienza di accoglienza e delle sane aspettative di integrazione nel piccolo borgo.

L’evento – confronto è aperto a tutti gli attori istituzionali e non e a tutta la cittadinanza.

Commenta per primo

Rispondi