CENTRO SERVIZI BASILICATA: LA REGIONE CONVOCHI IMMEDIATAMENTE I SINDACATI

IN GIOCO IL FUTURO DI OLTRE 100 LAVORATORI

La notizia dell’annullamento – da parte del TAR – della gara per la gestione della commessa denominata “Centro Servizi Basilicata”, che include i servizi di CUP sanitario e di supporto amministrativo agli uffici regionali, ha giustamente creato preoccupazione nei lavoratori addetti ai servizi che si chiedono quale sarà, concretamente, il risultato della sentenza.

Ricordiamo che la commessa, attualmente gestita dalle aziende Lucana Sistemi e Data Contact, è stata oggetto di gara, alla scadenza del precedente appalto, e che la stessa era stata vinta dal RTI Almaviva/Televita/PubliSys; le aziende DC e LS avevano presentato ricorso e il TAR Basilicata si è pronunciato nelle scorse settimane annullando la gara effettuata dalla Regione Basilicata.

Pur con il massimo rispetto del lavoro effettuato dalla magistratura, non possiamo però non esprimere l’esigenza di conoscere al più presto i risvolti della sentenza, gli esiti pratici sulla continuità dei servizi e sulla tenuta dei livelli occupazionali (oltre 110 posti di lavoro più 12 tempi determinati). Anche a tal fine, le Scriventi hanno già richiesto da diversi giorni un incontro al tavolo regionale competente.

E’ necessario che detto tavolo venga convocato con la massima urgenza onde evitare di dover agire fuori tempo massimo per la salvaguardia dei posti di lavoro. Sindacati e lavoratori chiedono di essere messi al corrente formalmente delle decisioni eventualmente assunte dalla Regione Basilicata e, soprattutto, che le stesse non abbiano impatti negativi sulla erogazione dei servizi e sulla tenuta dei livelli occupazionali.

I Segretari Generali

Anna RUSSELLI, SLC CGIL

Giovanni LETTERELLI, UILCOM UIL

Antonio CARUSO, FISTEL CISL

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*