On. Latronico (DI) scrive all’AD della Sogin

“Apprendo della decisione della Sogin di concludere il rapporto di lavoro con 5 unità  a decorrere dal prossimo 24 novembre, impiegate da 19 mesi nel centro Sogin di Trisaia di Rotondella, nel materano,  per compiti rilevanti legati alla archiviazione dei progetti tecnici  che interessano quell’impianto. Non le sfuggirà che questa decisione contraddice l’impegno a garantire l’attività lavorativa di personale che Sogin  ha formato   in questi anni, orientamento assunto di recente da sogin con le parti sindacali”. E’ quanto scrive l’on. Cosimo Latronico (DI) in una lettera inviata all’amministratore delegato della Sogin, Luca Desiata. “Peraltro c’è un allarme sociale sulle tempistiche non del tutto rispettate  per i progetti di decomissioning e questa decisione di licenziare personale impiegato nel centro di Trisaia non rassicura per nulla. Da ultimo non le sfuggirà che esistono dei doveri sociali nei riguardi di un territorio che ha pagato non poco la presenza  di centri sensibili, come quelle legati alle attività del ciclo nucleare, e che almeno  le ricadute occupazionali andrebbero preservate. Sono certo – conclude il parlamentare – che vorrà riconsiderare la decisione di licenziare il personale in questione” .

Roma 21 novembre  2017

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*