Matera 2019 sia anche Capitale della Sicurezza

Il presidente Pasquale Lorusso insieme a Prefettura, Fondazione Matera-Basilicata 2019,e Ordini professionali: “La prevenzione dei rischi è prioritaria sui luoghi di lavoro come nei grandi eventi”

 

MATERA, 10 novembre 2017 – “Quello della sicurezza sui luoghi di lavoro resta un tema di strettissima attualità, rispetto al quale è necessario continuare a tenere i riflettori accesi, proseguendo nella preziosa opera di sensibilizzazione, ai fini della prevenzione, come contribuiscono a fare pregevoli iniziative come questa”.

Così il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, ha aperto il suo intervento all’interno del convegno “Dalla safety, alla security: l’importanza di progettare la sicurezza dei pubblici eventi”, che si è svolto in mattinata a Palazzo Lanfranchi e organizzato nell’ambito degli eventi della Settimana della Sicurezza dalla Provincia di Matera, in collaborazione con l’Osservatorio provinciale permanente sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e delle malattie professionali, Confindustria Basilicata, Ordine degli ingegneri della Provincia di Matera, l’Ordine degli Architetti P.P.C. e Fondazione Matera-Basilicata 2019.

“Il primo presupposto che non ci stanchiamo di ribadire ai nostri imprenditori – ha aggiunto il presidente – è che le spese relative alla prevenzione dei rischi per la salute dei lavoratori non possono essere considerati costi ma dei veri e propri investimenti, rispetto ai quali non sono ammesse deroghe”.

Il presidente Lorusso è poi passato al tema specifico del convegno, sottolineando quanto la tematica sia cruciale per la città di Matera che, in vista dell’appuntamento con il 2019, si appresta a ospitare eventi di grandi dimensioni e notevole portata.

Soprattutto alla luce delle novità normative introdotte a seguito dei noti fatti di Torino, accaduti in occasione della finale di Champions League 2017.

“La città  dei Sassi – ha ricordato Lorusso – ha già saputo dare prova in passato di grandi capacità organizzative, come è accaduto per il Capodanno Rai, o ancora per l’appuntamento che ha portato nella città lucana i ministri delle Finanze del G7. Un’esperienza – ha aggiunto – che va assunta come utile base di partenza in termini di “prevenzione collaborativa” per approdare ad una più compiuta configurazione di risk management. Il nostro auspicio è che Matera sappia cogliere tutte le opportunità legate alla nomina di Capitale europea della Cultura, diventando anche capitale della sicurezza”.

Il responsabile   della Sicurezza della Fondazione Matera-Basilicata 2019, nonché responsabile Safety e Security di  Confindustria Basilicata, Rocco Sassone, ha poi spiegato come molta parte delle normative che disciplinano  la materia della sicurezza nell’organizzazione dei grandi eventi siano state purtroppo consequenziali e successive a gravi casi di cronaca, com’è accaduto anche lo scorso giugno. Dopo la tragica notte di piazza San Carlo, infatti, il Ministero dell’Interno ha emanato una serie di  circolari  e direttive in materia di safety e di security che hanno introdotto nuove modalità e prassi operative per garantire la fruizione di eventi di grandi dimensioni con maggiori garanzie di sicurezza, che sono state illustrate nel corso dei lavori.

 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*