Progetto Bari Matera 5G, le pmi locali giocano un ruolo da protagoniste

Con la convocazione dell’assemblea generale del Progetto Bari Matera 5G si sancisce la partenza ufficiale della sperimentazione della tecnologia per reti mobili di quinta generazione, che ha visto il Ministero dello Sviluppo Economico bandire un avviso pubblico il cui terzo lotto – quello per le città di Bari e Matera – è stato aggiudicato a un raggruppamento di imprese composto da Tim, Fastweb, Huawei e da un gruppo di pmi locali.

Confapi Matera saluta con grande soddisfazione l’avvio della sperimentazione della tecnologia 5G, in cui l’Associazione è stata direttamente protagonista avendo organizzato il primo convegno con il Sottosegretario Antonello Giacomelli, lo scorso mese di aprile, e avendo subito compreso l’importanza del progetto per la città e per piccole e medie imprese locali.

Il presidente Massimo De Salvo ricorda il ruolo da protagoniste giocato dalle pmi, molte delle quali, operanti in differenti settori (ICT, agroalimentare, chimica, ecc.), sono associate a Confapi Matera. Infatti – osserva De Salvo – il bando è stato vinto dal raggruppamento proprio grazie all’elemento premiante della partecipazione delle pmi, per le quali si prospettano interessanti ricadute a causa delle enormi opportunità che la nuova tecnologia è in grado di offrire loro.

Confapi Matera – conclude il presidente – in stretta collaborazione con i tre grandi partners del settore, ha sin dall’inizio coordinato il tavolo che ha coinvolto le istituzioni locali, l’Università della Basilicata, gli enti di ricerca presenti sul territorio. Le nostre imprese, infatti, sono state le prime a essere contattate, sia per le proprie competenze specifiche, che per la capacità di coinvolgere i centri di eccellenza, dimostrando quindi di essere proiettate nel futuro.

Matera, 7 novembre 2017

                                        Confapi Matera

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*