Omaggio a Nino Rota al salotto della classica di Gocce d’Autore

Omaggio a Nino Rota. Questo il tema del secondo appuntamento della rassegna “La classica in salotto” dedicata alla musica classica in programma sabato 4 novembre alle ore 19,00 presso la sede del Circolo culturale Gocce d’Autore in vico F.lli Marone 12 a Potenza. Al compositore italiano, tra i più influenti e prolifici della storia del cinema, si sono ispirati i due musicisti, Loredana Paolicelli al pianoforte e Marco Cornacchia al contrabbasso, che in un esclusivo ensemble faranno rivivere le atmosfere create dal genio della musica del grande schermo. Per prenotare la propria partecipazione occorre contattare il 345 9878520.

Loredana Paolicelli, materana, diplomata in pianoforte, musica Jazz e Laurea magistrale in DAMS, si è perfezionata dal 1989 in Pianoforte e Musica da Camera con Konstantin Bogino e con Alessandro Moccia, primo violino Orquestre des Champs Elysees de Paris. Approfondisce gli studi di Improvvisazione con Danilo Rea, Rita Marcotulli, Davide Santorsola, Gianfranco Tedeschi. E’ Titolare della Cattedra di Musica da Camera presso il Conservatorio di Musica di Matera. Ha tenuto Masterclasses di Musica d’insieme nel Conservatorio Superior de Mùsica de Gran Canaria a Las Palmas (Spagna) e University of Applied Sciences di OULU (Finlandia). Dal 1990 ricopre il ruolo di Direttore artistico musicale delle attività di ARTErìa associazione d’Arte e Cultura di Matera e dal 1996 della Stagione di Eventi Storicizzati VIVAVERDI MULTIKULTI, creatasi in seno ad ARTErìa di cui attualmente è anche Presidente. Ha seguito i flash Master in Cultural Planning e Smart Cities per ARTLab Fondazione Fitzcarraldo. Collabora sin dal 2012 alle sessioni di formazione per la realizzazione del Dossier di Candidatura di Matera Capitale della Cultura. Ha inciso 7 CD. Ultimo progetto discografico patrocinato da Matera 2019, è EN PLEIN AIR Land Musics for Drums, Piano and Pads (BUMPS RECORDS 2016) recensito dal violoncellista e compositore Giovanni Sollima. Ha fondato il Quinteto Porteño Matera, il Nucleo Thèatron Ensemble ed il Matera 2.0 Ensemble. Autrice de le musiche di scena insieme a Gianfranco Tedeschi de LA CITTà DI PIETRA (2010), opera visuale ideata e scritta da Dario Carmentano, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti / Geraud Didier. Il CD omonimo è stato prodotto nel 2011. Le sue musiche sono state scelte come colonne sonore di reportage su Rai, documentari e film d’autore italiani. Ha tenuto un concerto in diretta per MATERADIO Radio3 (2012). Si è esibita in Lussemburgo, Francia, Spagna, Germania, Finlandia, Italia, Argentina, Cuba, Colombia, Perù, Uruguay, Paraguay,

Marcoantonio Cornacchia, materano, diplomato in contrabbasso sotto la guida del maestro Giuseppe De Filippis presso il Conservatorio di Musica di Matera E. R. Duni, svolge un’intensa attività concertistica in svariati organici, da quello solista per contrabbasso e orchestra, all’orchestra d’archi e alla musica da camera, eseguendo musiche di repertorio filologico dal ‘ 700 fino alla musica contemporanea partecipando a residenze e produzioni importanti nell’ambito delle settimane di musica contemporanea (Festival musicale Vivaverdi 2013) ed eseguendo musiche di Cristiano Serino e Gianfranco Tedeschi in prima esecuzione assoluta. Numerosi sono stati i concerti dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Matera a cui Marcoantonio ha preso parte come spalla dei contrabbassi, eseguendo musiche di Vivaldi, L. Mozart e W.A. Mozart nell’ambito dell’iniziativa “Il conservatorio nei borghi” (06/02/2009), o ancora eseguendo il Requiem di Mozart sotto la direzione del Maestro Rino Marrone (27/11/2012 presso la chiesa di San Francesco D’Assisi, Matera) e infine portando un vasto repertorio di musica sacra insieme al coro del conservatorio, sotto la direzione del Maestro Carmine Antonio Catenazzo, in concerti a Gerusalemme presso il Giardino del Getsemani, a Ginevra presso l’Aula delle Nazioni Unite, a Milano presso il Duomo e infine a Matera presso la Chiesa di San Pietro Caveoso. In qualità di solista meritevole e distinto studente del conservatorio di Matera, gli viene offerta la possibilità di eseguire il concerto di Dragonetti per contrabbasso solista e orchestra con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio. Con la stessa orchestra esegue successivamente da solista il concerto di Koussevitzky per contrabbasso e orchestra, in quanto vincitore del Premio Allievo 2013 indetto dal Conservatorio di Matera. Nel luglio 2013 partecipa ad uno dei concerti tenutisi nei paesaggi più suggestivi della Basilicata nell’abito del festival “Naturarte”, in cui esegue il concerto di Koussevitzky accompagnato dalla pianista Loredana Paolicelli. Numerosissime esperienze musicali gli hanno permesso, inoltre, di formarsi anche nell’ambito di altri generi musicali, come jazz, pop, rock, latin, etc.. sviluppando notevoli abilità e conoscenze sia sul contrabbasso che sul basso elettrico.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*