Workshop a Capri con Regione Basilicata e Fondazione Matera2019

Basilicata protagonista a Capri

D’Alema: “Siamo il Sud che dà, non che chiede”

Nel workshop dedicato alle politiche pubblico-private per lo sviluppo dei territori

i contributi della Regione Basilicata e della Fondazione Matera Basilica 2019

 

CAPRI, 20 ottobre 2017 – Si è alzato il sipario sulla 32esima edizione del tradizionale Convegno dei Giovani Imprenditori di Capri che quest’anno vede una forte partecipazione della Basilicata e di imprese lucane associate a Confindustria Basilicata. La regione è stata protagonista all’interno del workshop “Oltre il territorio, la partnership   pubblico-privato per lo sviluppo” che ha visto una foltissima partecipazione di pubblico e che ha rappresentato una reale e concreta occasione di confronto tra istituzioni, imprenditori, investitori e operatori economici sui temi dello sviluppo territoriale.

“Abbiamo fortemente voluto, all’interno di questa due giorni – ha spiegato il presidente GI Basilicata, Francesco D’Alema, che quest’anno presiede il Comitato Interregionale GI Mezzogiorno promotore dell’evento – che ci fosse un momento dedicato alle strategie di sviluppo dei nostri territori grazie a una nuova alleanza tra pubblico e privato”.

“Un binomio – ha continuato D’Alema – che rappresenta una delle principali leve strategiche per sostenere lo sviluppo del nostro territorio, soprattutto nelle regioni del Sud Italia”.

Dalla programmazione dei fondi comunitari 2014-2020 ai Patti per il Sud, dal Decreto Mezzogiorno agli strumenti messi in campo dalla singole regioni: una cassetta degli attrezzi per intervenire sia sui fattori di contesto, sia sui livelli di competitività delle imprese. Il dibattito – che ha visto a confronto i rappresentati istituzionali di alcune regioni del Mezzogiorno, tra cui la Basilicata – si è arricchito del prezioso intervento dell’Autorità di Gestione dei PO Fesr lucani, Antonio Bernardo, che ha spiegato i risultati raggiunti attraverso la programmazione dei fondi comunitari e i principali ambiti d’intervento della nuova programmazione 2014-2020.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hanno tracciato un quadro su come stanno incidendo le politiche pubbliche regionali rispetto agli strumenti di sostegno nazionali, gli assessori alle Attività produttive di Sicilia e Campania, rispettivamente Maria Lobello e Amedeo Lepore.

Ne è emerso come, accanto alla manifattura, il turismo e l’industria creativo-culturale stanno dimostrando maggior dinamismo, connotandosi come driver sempre più centrali nel rilancio dell’economia del Mezzogiorno. Una testimonianza concreta in questa direzione è stata portata al workshop da Aldo Melpignano di Borgo Egnazia, Luxory hotel consacrato da Luxory travel hotel più bello al mondo.  Melpignano ha raccontato come l’iniziativa imprenditoriale di famiglia – anche grazie all’aiuto del pubblico e in particolare della Regione, ma soprattutto grazie al grande appeal che la Puglia esercita dal punto di vista turistico – li abbia trasformati da albergatori per caso in albergatori numero uno al mondo.

Altro testimone d’eccellenza al workshop sulle potenzialità economiche che si possono dischiudere dalla valorizzazione del patrimonio artistico – culturale – ambientale è stato il direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri. Alla platea degli imprenditori di Capri ha raccontato come la Città dei Sassi abbia realizzato il miracolo da vergogna italiana a Capitale della Cultura e soprattutto ha illustrato le opportunità che gli investimenti privati possono sviluppare intorno a questo grandissimo evento che ha trovato proprio nell’intervento del privato un imprescindibile fattore di successo.

Il responsabile delle relazioni istituzionali Elite, Roberto Race, che ha moderato il workshop  ha poi sollecitato i numerosi interventi da parte dei presenti, stimolando un interessante confronto.

“Vogliamo scommettere su un Sud che dà e non che chiede”, ha concluso il presidente D’Alema

Commenta per primo

Rispondi