Il 14 e 15 ottobre a Matera la tappa lucana del Bari Brasil Film Festival

Sabato 14 e domenica 15 ottobre, presso l’UCI Cinemas Red Carpet di Matera, è in programma la tappa lucana della seconda edizione del Bari Brasil Film Festival, la manifestazione dedicata al cinema e alla cultura brasiliani curata dall’associazione Abaporu, con la direzione artistica di Vanessa Silva. Il festival ha deciso di ampliare la propria offerta con una programmazione riservata alla città Capitale europea della cultura per il 2019, considerando naturale l’approdo all’interno di un territorio, come quello materano, che ha attirato l’interesse del cinema internazionale sin dalla fine degli anni Quaranta.

Dopo le proiezioni a Bari, dal 7 al 12 ottobre, il Bari Brasil Film Festival coinvolgerà anche il pubblico della città dei Sassi. L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune di Matera, del Comune di Bari/Assessorato alle Culture e Partecipazione, della Città Metropolitana di Bari, dell’Ambasciata del Brasile a Roma, dell’Apulia Film Commission, della Lucana Film Commission, del Politecnico di Bari e di SIEDAS.

A Matera, il programma del festival prevede tre appuntamenti:

Mercoledì 11 ottobre, alle ore 10.00, nell’aula Sassu presso l’Università della Basilicata (sede di via San Rocco), in collaborazione con il Dipartimento DICEM, si terrà la conferenza “Il rapporto tra architettura e cinema”, con la partecipazione della sceneggiatrice Ines Figueirò del film in rassegna Era o hotel Cambridge. Prendendo spunto dal film si discuterà con i docenti e gli studenti della facoltà di Architettura di Matera di come paesaggi, edifici e spazi urbani possano diventare veri e propri protagonisti di narrazioni cinematografiche. Si ragionerà insieme sulle prospettive di interazione tra queste due forme d’arte.

Sabato 14 ottobre il festival si sposterà all’UCI Cinemas Red Carpet, dove alle ore 20.00 sarà proposto il film Elis di Hugo Prata, opera prima osannata da pubblico e critica che racconta la storia di una delle icone della musica e della cultura brasiliane, la cantante Elis Regina. Attraverso la nascita della musica popolare brasiliana, il film ci narra la vita turbolenta e travagliata di una delle sue più importanti protagoniste sullo sfondo di un Paese dominato dalla dittatura militare. Domenica 15 ottobre, sempre al Red Carpet, alle ore 18 gli spettatori potranno vedere il film Chico – artista brasilero, dedicato al grande musicista e cantante Chico Buarque. Alle ore 20, invece, sarà proiettato Big Jato di Cláudio Assis, la storia corale di un ragazzo che sta scoprendo se stesso e che vive con un padre padrone maschilista, uno zio visionario e anarchico, arrivando a frequentare un personaggio del villaggio che gli racconta le sue avventure amorose.

Le proiezioni saranno precedute da degustazioni di un aperitivo brasiliano.

Seguendo il percorso principale per il quale è nato, il festival rinnova il suo impegno: raccontare un Brasile lontano da quello stereotipato e più conosciuto, utilizzando il linguaggio di un cinema che lentamente si sta avvicinando all’Europa. In particolare, spiega la direttrice, “in tempi di aspri dibattiti internazionali sul ruolo e le conseguenze dell’immigrazione e sull’opportunità di chiudere le frontiere dei singoli Paesi, il Bari Brasil Film Festival vuole proporre una visione ispirata ai principi di tolleranza e inclusione, gli stessi su cui si fonda l’origine della cultura brasiliana, partendo dalla convinzione che la sensibilità verso la conoscenza e l’approfondimento di culture lontane sia a pieno titolo un elemento caratterizzante della comune identità europea”. In questa panoramica si inseriscono quindi sia i film selezionati per il festival sia i momenti di confronto.

 

Commenta per primo

Rispondi