Programma degli incontri pubblici del Women’s Fiction Festival

Ingresso gratuito

Venerdì 29 settembre 2017

La seconda giornata del WFF si aprirà alle 9:00 alla Scuola Primaria Agna, con il secondo workshop di Global Education tenuto dall’artista Giuseppe Stampone, e in collaborazione con le insegnanti Franca Olivieri e Brunella Manicone. Alla stessa ora in programma al Liceo Pedagogico “Stigliani” e nuovamente alle 11.00 all’ITCG “Olivetti”, gli incontri con il finalista al Fante Opera Prima, Tommaso Avati sul romanzo di formazione Ogni città ha le sue nuvole (SEM), in cui l’autore tratteggia la spensieratezza e le contraddizioni dell’adolescenza, con Patrizia Spedicato e Lucia Cammisa. Le inedite Conversazioni radiofoniche di Giuseppe Ungaretti e Jean Amrouche (Universosud), a quarantasei anni di distanza dalla morte del poeta italiano, saranno, invece, presentate alle 9:30 al Liceo Classico “Duni”, in collaborazione con Rosalba Demetrio. Alla stessa ora alla Scuola Infanzia “Minozzi” si svolgerà il laboratorio Philosophy for Children con Francesca Cecca, per insegnare ai più piccoli a pensare attraverso racconti in cui i protagonisti si interrogano su questioni di natura filosofica. L’ultimo appuntamento della giornata per i più piccoli è previsto alle 10.00 alla Scuola Primaria “Fermi”, con la presentazione del Catalogo ragionato delle Patamacchine (Lavieri) di Gianluca Caporaso, e in collaborazione con Vita Epifania, sul tema del riutilizzo degli oggetti abbandonati.

Alle 9.30 presso la Casa Circondariale di Matera si terrà il laboratorio di scrittura creativa “Caffè ristretto for WFF” di Teresa Petruzzelli, rivolto ai detenuti del carcere, con letture e riflessioni su viaggi, migrazioni e problematiche di genere. Nel pomeriggio alle 18:00 al Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”, Anna Giurickovic Dato e Antonella Lattanzi, autrici di La figlia femmina (Fazi) e Una storia nera (Mondadori) converseranno con Isabella Fava, giornalista di Donna Moderna, sulle storie dei loro ambigui personaggi femminili, che vivono in equilibri funambolici. A seguire alle 19.00, in collaborazione con il Festival della Divulgazione, Pierluigi Argoneto dialogherà con Gabriella Greison, autrice di Sei donne che hanno cambiato il mondo (Bollati Boringhieri), tratto dai monologhi che la scrittrice ha portato in giro per i palcoscenici teatrali italiani, con lo scopo di avvicinare chiunque alle storie di vita delle donne di scienza. Le letture saranno affidate a Gaetano Danzi coinvolto dall’associazione La Città che legge. Alle 20.00 a Casa Netural, è prevista la presentazione di Tutto il tempo che vuoi (Giunti) di Francesco Gungui, sul precario equilibrio tra le nostre aspettative e ciò che la vita ci riserva, con Andrea Paoletti e Mariella Stella.

A chiusura della seconda giornata alle 21.00 presso il locale BurBaCa, il BookParty con dj Set, in occasione del quale si discuterà del nuovo femminismo rosa con Roberta Marasco, Maria Paola Romeo, e le amiche e le autrici scoperte dal WFF: Giulia Beyman, Flavia Borelli, Cristina Cassar Scalia, Flumeri & Giacometti, Gabriella Genisi, Paola Gianinetto, Sabrina Grementieri, Monica Lombardi, Adele Vieri Castellano.

I SOSTENITORI E GLI SPONSOR DEL WFF 2017

Il Women’s Fiction Festival è patrocinato dal Mibact, Polo Museale della Basilicata, Comune di Matera, sostenuto da Regione Basilicata, Presidenza della Giunta, Ufficio Sistemi Turistici e Culturali, Cooperazione Internazionale. Hanno dato il loro contributo: Fondazione Carical, BCC Basilicata, Reedsy, Kobo e Dolceamaro Srl.
Media partner: Donna Moderna. I partner tecnici sono: Area 8, Agenzia Viaggi Lionetti, Bianca Boutique, BurBaCa, Fondazione Le Monacelle, Laboratorio orafo Materia, La Gatta Buia, Opera Arte & Arti, RVM, Accademia Pugilistica Panettieri, EGO55.

Le organizzazioni e le associazioni che hanno collaborato: Centro Formazione Supereroi, Ilmiolibro, Federazione Unitaria Italiana Scrittori, Festival della Divulgazione, Ewwa, Consorzio Matera Diffusa, Casa Netural, WikiMedia Italia, Risvolta, Arcigay, Agedo Matera, Città che legge, Agata Volontari contro il cancro.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*