Confcommercio Potenza partecipa ad evento “12 Pilastri, l’imprenditore il Contadino e il Vangelo”

Confcommercio Imprese Potenza partecipa all’evento-spettacolo formativo teatrale “I 12 Pilastri, l’imprenditore il Contadino e il Vangelo”, su invito dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Potenza, in programma domani  al Teatro Stabile del capoluogo. Un’occasione, in linea con la storia di Confcommercio, per guardare indietro e immaginare il futuro, per riflettere sulla storia della piccola e media impresa dei nostri territori e per ripensare alla “mission” che attende i gruppi dirigenti locali, “gelosi” dell’autonomia da istituzioni e politica ed “orgogliosi” dell’appartenenza alla storica confederazione dei titolari di attività di commercio, servizi, turismo.
Sono compiti – sostiene il presidente Fausto De Mare – che ci vedono impegnati a fare rete con gli ordini professionali come quello presieduto dal dr. Carlo Fusco, le altre associazioni e confederazioni di categoria rilanciando il ruolo di rappresentanza, tutela, proposta e di progetti, soprattutto perché siamo consapevoli che nella situazione attuale nessuno potrebbe bastare a se stesso. Insieme ai corpi intermedi, quelli che sono vivi e che funzionano e che non sono la zavorra del Paese ,vogliamo dare il nostro contributo per aiutare la Regione ad uscire dalla difficoltà in cui si trova e per contribuire a delineare un Paese più moderno e più giusto perché è su riforme ed equità che si gioca il destino dell’Italia. Dunque puntiamo su un rinnovato protagonismo dei capitani coraggiosi delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi, ecc., delle rappresentanze delle professionalità e consulenze-servizi, che vivendo prevalentemente di domanda interna, hanno particolarmente sofferto in questa lunga crisi ma non si sono arresi mantenendo fortissima la voglia di fare impresa e ora reclamano il pieno riconoscimento del loro ruolo per una crescita che non sia episodica bensì strutturale. Siamo inoltre convinti – continua De Mare – che senza il sostegno attivo dell’imprenditoria locale la difesa dell’autonomia regionale e della nostra identità, che è basata sulla specifica ed originale cultura di impresa, solo a livello istituzionale e politico avrà meno possibilità di riuscita. Nello specifico, il processo di regionalizzazione delle Camere di Commercio di Potenza e Matera, vicino al traguardo, risponde all’esigenza di rafforzare la rete delle imprese lucane per reggere al meglio le sfide della competizione dei mercati e per raccogliere al meglio le opportunità di Matera 2019 sull’intero territorio.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*