Sintesi della prima edizione del “Premio Malala”

Il giorno 7 settembre 2017 nei locali della libreria Mondadori  di via Pretoria a Potenza si è  tenuta la cerimonia di  premiazione della prima edizione del Premio Malala, un concorso ideato e realizzato dall’Associazione “un passo avanti” e rivolto agli studenti lucani che nell’anno scolastico appena  concluso hanno frequentato  la classe terminale della scuola primaria e secondaria di primo grado. L’Associazione “un passo avanti “ha intitolato questo premio a Malala, ragazzina indiana, Premio Nobel per la pace , che non ha avuto paura a difendere i diritti, in particolare  il diritto  allo studio delle ragazze e che costituisce un esempio per gli adolescenti di tutto il mondo.

I concorrenti  si sono cimentati con un componimento che aveva per tema:” la Basilicata  che vorrei “.

La commissione del concorso ha elogiato l’impegno, l’originalità e la precisione dimostrata dai ragazzi  nel riferire criticità e  punti di forza della propria  terra natia  e nell’esprimere desideri e sogni per il futuro della Basilicata. Alla cerimonia ha partecipato il consigliere regionale Michele Napoli il quale, vicino al mondo della scuola, ha recentemente  presentato una proposta di legge regionale sul diritto allo studio che innoverebbe  l’attuale impianto normativo che risale all’anno 1979.Il consigliere Napoli ha ascoltato  con attenzione ciò che esprimevano nei loro elaborati i piccoli lucani in concorso e ne  ha raccolto desideri, sogni e spunti di riflessione, assicurando di farsi promotore di un piu attento ascolto da parte della politica  locale degli adolescenti lucani che troppo spesso

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*