VACCINAZIONI: CASTELLUCCIO, FAMIGLIE LASCIATE SOLE AD AFFRONTARE DISAGI

Le famiglie lucane con bambini obbligati alle vaccinazioni per poter frequentare le scuole sono state lasciate sole ad affrontare file interminabili negli uffici delle due Asl e disagi soprattutto per i minori. Non so a cosa sia servito l’aver scritto direttamente alle famiglie inadempienti invitandole a mettersi in regola, e quindi a presentarsi spontaneamente alle Asl per prenotare le vaccinazioni e ai genitori dei bambini che invece hanno fatto tutte le iniezioni previste dalla legge il suggerimento di compilare un modulo in cui dichiarano di essere in regola.  Lo afferma il vice presidente del Consiglio Regionale Paolo Castelluccio (Fi).

Senza alimentare alcun contrasto con i Ministri alla Salute e all’Istruzione perché – sottolinea Castelluccio – ogni ulteriore rallentamento nella copertura vaccinale dei nostri bambini rappresenta un serio danno alle nostre comunità, soprattutto per quanto riguarda i soggetti più deboli, è l’enorme carico di lavoro portato dalla legge sui vaccini che richiedeva misure e provvedimenti che andassero incontro a famiglie e bambini. Invece è prevalsa la linea formale che non ha minimamente alleggerito l’iter burocratico. In proposito, va sottolineato che il dibattito sul provvedimento sulle vaccinazioni obbligatorie del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin è stato molto acceso e non ingiustificato: il testo nella versione originale, proposta dal governo, era inaccettabile ed inapplicabile. Un lungo e approfondito lavoro nelle Aule parlamentari, portato avanti da Forza Italia, ha consentito di contemperare l’obiettivo di copertura nazionale con i timori delle famiglie, tenendo sempre a mente solo e soltanto la salvaguardia della salute dei nostri bambini.

È giusto essere rigidi sull’importanza delle vaccinazioni e ci fa piacere che anche la ministra Fedeli si sia attestata su queste posizioni. Ma riteniamo molto meno giusto porre in carico alle scuole un peso troppo gravoso da sostenere. Il Dl vaccini, infatti – continua  – affida alle scuole l’onere del controllo della documentazione o delle dichiarazioni sostitutive relative alla verifica dell’assolvimento degli obblighi vaccinali. Questa mole di lavoro, che si svolgerà prevalentemente nella fase delle iscrizioni e dell’inizio dell’anno scolastico, andrà inevitabilmente a sovraccaricare strutture amministrative già fortemente gravata dall’adempimento di obblighi burocratici e amministrativi. Per questo Forza Italia aveva presentato, purtroppo senza successo, degli emendamenti volti ad invertire l’onere, ponendolo a carico delle Asl. In molti istituti, inoltre, mancano i dirigenti scolastici e il personale amministrativo è sotto organico. Motivo per cui avevamo anche chiesto l’indizione di un concorso, entro il mese di ottobre 2017, per l’assunzione dei direttori dei servizi generali ed amministrativi. Il rifiuto delle nostre proposte rischia di creare molti problemi al funzionamento delle scuole“, conclude Castelluccio.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*