Aperitivo d’Autore riporta a “casa” Flavia Piccinni

Nuova tappa del format che coniuga cultura ed enogastronomia. Stavolta si va a Gandoli: ospite la scrittrice tarantina che presenta “Bellissime”, il libro-inchiesta di cui tanto si sta parlando. Appuntamento a domenica alle ore 19

Ad agosto Aperitivo d’Autore si fa al mare, non poteva essere diversamente. L’appuntamento è per domenica 27, al tramonto, a Lido Gandoli, su una delle terrazze più belle della nostra litoranea ionica. Ospite la scrittrice tarantina Flavia Piccinni, già vincitrice del Campiello Giovani con il romanzo d’esordio “Adesso tienimi” oltre che di numerosi altri riconoscimenti. Si parlerà del suo libro-inchiesta “Bellissime” (Fandango Libri), uscito da poco ma che sta già facendo parlare parecchio, tanto da aver innescato due interrogazioni parlamentari. Il suo è un viaggio nel mondo delle baby modelle e aspiranti lolite. Firmando un ritratto toccante e realistico, la Piccinni ha acceso una luce nel mondo delle bambine di oggi che molto avranno a che fare con quello che sarà l’Italia nei prossimi trent’anni.

A coccolare il pubblico, oltre alle onde del mare, ci penseranno le prelibatezze preparate da Valentina De Palma, chef della struttura, e i freschi vini delle Cantine Lizzano. Si comincerà alle 19. Introdurrà la serata l’ideatore di Aperitivo d’Autore, Vincenzo Parabita. Dialogherà con la scrittrice la giornalista Stefania Ressa.

Partner dell’evento sono anche Se dico Taranto e Libreria AmicoLibro.

Per partecipare all’evento è obbligatorio prenotare chiamando al numero 380.4385348 oppure scrivendo all’indirizzo email aperitivodautore@gmail.com

L’AUTRICE

Nata a Taranto nel 1986, Flavia Piccinni è scrittrice e giornalista. Prima di Bellissime, ha curato due antologie, pubblicato i romanzi Adesso Tienimi (Fazi, 2007), Lo Sbaglio (Rizzoli, 2011) e Quel fiume è la notte (Fandango, 2016), il saggio sulla ‘ndrangheta La mala vita (Sperling&Kupfer, 2012). Ha vinto numerosi premi letterari (fra cui il Campiello Giovani) e radiofonici (l’ultimo è il Marco Rossi). Fa parte della redazione di Nuovi Argomenti. Collabora con Radio3 Rai, con Rai 1 e con diversi giornali. È coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide. Attualmente vive tra Lucca e Roma.

IL LIBRO

Ci sono bambine che imparano presto a truccarsi, a sorridere, a essere simpatiche e maliziose. Sognano di fare le miss o le modelle. Hanno mamme disposte a guidare ore e ore nella notte per portarle a sfilare a Pitti Bimbo e padri capaci di organizzare tour de force per trovare il vestito adatto a un casting. Sono bambine di quattro, cinque, sei anni che popolano un mondo poco noto, spesso nascosto, che si declina attraverso riviste patinate, cataloghi e pubblicità. Un mondo sommerso che non può superare il metro e trenta di altezza, e che è destinato a farsi perpetuo laboratorio di stereotipi fra promesse di futuro e frustrazioni. Dai centri commerciali del napoletano alle periferie toscane, passando per la riviera romagnola e l’hinterland milanese, Flavia Piccinni ha seguito decine di selezioni, sfilate e concorsi di bellezza. Attraverso un viaggio memorabile nell’infanzia di oggi, “Bellissime” racconta di baby miss e di madri, di sogni che a volte si trasformano in incubi, di ambizioni e di speranze, svelando come nascono i modelli di comportamento e di gusto che tutti acquisiamo attraverso i media, e di cosa questi modelli possono produrre sulla nostra pelle e su quella dei più piccoli.

LA LOCATION

Immerso nel verde e bagnato dallo Ionio, in uno dei suoi tratti costieri pugliesi più belli e suggestivi, ecco Lido Gandoli, stabilimento balneare dove comodità e comfort si fondono con lo splendido paesaggio circostante. Situato nel territorio di Leporano, gode di un mare chiaro e cristallino che incontra una sabbia morbida e sottile. Una spiaggia sempre calma e riparata in una insenatura naturale dal fondale basso per un lungo tratto, adatta a grandi e bambini. Chiamarlo semplicemente “stabilimento balneare” potrebbe davvero risultare riduttivo. Oltre alla spiaggia attrezzata, vi sono ampie e suggestive terrazze, per passare piacevoli momenti di relax, servite da bar, pizzeria, self service e un ottimo ristorante. E per gli sportivi: campi da beach volley, beach tennis, corsi di acquagym e nuoto con la supervisione di istruttori qualificati. In più, durante tutta l’estate, sono organizzate feste a tema per divertirsi ballando con ottima musica nella meravigliosa cornice della baia. Lido Gandoli è inoltre un sito accessibile a tutti: l’ascensore consente l’accesso in spiaggia a tutte le persone con difficoltà motorie e sono ridotte al minimo le barriere architettoniche.

I VINI

Con la vendemmia del ’61 nacque la Società Cooperativa Cantine Lizzano, oggi tra le più grandi e moderne del Sud-Italia. Uno dei primi esempi di filiera corta, premiata nel 1989 con il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata (DOC), oggi la cooperativa è tra le più grandi e moderne del Sud-Italia, con oltre 400 soci vignaioli e 500 ettari di vigneti con vitigni autoctoni (Primitivo, Negroamaro, Malvasia, Moscato) e internazionali (Chardonnay, Pinot e Cabernet), unica in Italia presieduta da una donna, Rita Macripò, che porta avanti i valori fondanti della cooperativa con la stessa passione del fondatore. L’azienda rappresenta oggi una realtà cooperativa – con circa 380 soci aderenti – rilevante nel comparto vinicolo, sia in ambito regionale che nazionale (terzo enopolo della Puglia ed uno dei 23 enopoli d’Italia), con una capacità di stoccaggio di 290.000 ettolitri. La cooperativa ha sede a Lizzano, un lembo di terra arido e sassoso sospeso sul mare. Il paese, che ha ricevuto riconoscimenti e premi in numerose rassegne tra le quali il Vinitaly, rientra nel circuito de “Le strade del vino” un percorso di fruizione turistica alternativa che si snoda lungo vigneti, cantine, aziende agricole e itinerari enogastronomici.

Vincenzo Parabita

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*