Presentata stamane a Matera la la decima tappa di CinemadaMare

Grande accoglienza per i filmmakers che gireranno i loro film a Matera in vista della Weekly competition di sabato 26 agosto
“Matera è una città del cinema e voi qui siete a casa”, con queste parole il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha accolto i giovani filmmakers di CinemadaMare, la rassegna internazionale itinerante che fino al 26 agosto fa tappa nella Città dei Sassi. Stamane, infatti, a Le Monacelle si è svolta la conferenza stampa di presentazione di CinemadaMare a Matera, decima tappa della rassegna. All’incontro sono intervenuti, tra gli altri, il direttore del festival Franco Rina, il capostruttura di Rai1, Angelo Mellone, l’attrice Marika Frassino, l’attore Nando Irene, il consigliere del CdA della Lucana Film Commission, Salvatore Verde, tutti di origine lucana, e David Orlandelli, storyboard artist e docente al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
“Chi prima d’ora non è mai stato a Matera – ha detto Rina, rivolgendosi ai giovani filmmakers -, ha preso visione dell’unicità di questa città, che si appresta a diventare nel 2019 Capitale europea della cultura”. Il direttore della rassegna itinerante dopo aver ringraziato il vicesindaco della città, Nicola Trombetta, “per essere stato vicino a CinemadaMare in questi giorni”, l’assessore Francesco Saverio Acito, “per il supporto dato al festival negli ultimi tre anni”, ha passato la parola al sindaco De Ruggieri che ha ricordato ai giovani filmamkers provenienti da tutto il mondo come Matera fin dagli anni ’50 ha stimolato la creatività di autorevoli esponenti del cinema: De Sica, Pasolini, Visconti, Zampa, Rosi, Lattuada, i fratelli Taviani, Tornatore e Mel Gibson. De Ruggieri ha ricordato inoltre la figura di Gerardo Guerrieri, “un materano che ha lavorato con De Sica ed è stato l’ispiratore di tutti i film di Visconti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E, in vista di Matera2019, ha aggiunto che “la cultura non può essere uno slogan. Piuttosto è energia, opportunità e collante sociale. Questa città è fonte di grande ispirazione – ha proseguito rivolgendosi ai giovani cineasti presenti -, Vittorio Storaro, tre volte Premio Oscar, mi disse che nonostante avesse girato il mondo qui a Matera registrò tumulti di creatività. Spero che questi tumulti di creatività contagino anche voi”. Il Primo cittadino della città dei Sassi ha poi salutato i giovani filmmakers e ringraziato l’organizzazione di CinemadaMare, i cui obiettivi, ha detto, “vanno nella direzione che questa amministrazione persegue nello sviluppo delle politiche culturali”. Al termine della conferenza stampa il docente David Orlandelli ha tenuto un workshop con i giovani registi, circa un centinaio, provenienti da circa 60 Paesi diversi.
CinemadaMare dà appuntamento a tutti gli amanti del cinema alle ore 21,30 in piazza Cesare Firrao. Il programma prevede: questa sera la proiezione del film “Tutto può accadere a Broadway” di Peter Bogdanovich, domani quella di “Alice attraverso lo specchio” di James Bobin e mercoledì “Miss Peregrine e la casa dei ragazzi speciali” di Tim Burton. Giovedì è la volta di “Perfetti sconosciuti”, la pellicola del 2016 di Paolo Genovese, e venerdì sarà proiettato il film di Matteo Garrone “Reality”. Sabato sera si chiude con la proiezione e premiazione dei film in concorso per la Weekly Competition, la competizione che premia il più bel film realizzato dai filmmakers del festival in questa settimana a Matera. Tutte le iniziative sono gratuite e aperte a tutti.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*