A LATRONICO “L’ultima ninna nanna della Lupa Briganta”

L’epopea delle brigantesse anche per la stagione 2017 ha ottenuto un grande successo di pubblico al bosco Lucarelli di Latronico dove già da alcuni anni si ripetono spettacoli dedicati alla storia dei briganti e più di recente delle brigantesse. Questa volta in scena «L’ultima ninna nanna della Lupa Briganta» di Eva Immediato e Leonardo Pisani. Testimonial dell’edizione 2017 “Ombre e luci in terra di briganti” è stata Giuliana Desio due volte David Donatello e protagonista di tanti film e lavori televisivi.  Eva Immediato ha portato sul palco tre donne brigante pensate e riportate in vita dai versi scritti da Leonardo Pisani: Maria Lucia Dinella, Serafina Cimminelli, Niccolina Licciardi. Non è  stata l’ennesima narrazione dell’epopea dei briganti. Negli anni passati – sottolinea l’assessore Rosita La Banca – con l’obiettivo di valorizzare le risorse culturali, ambientali e naturalistiche (il bosco Lucarelli), turistiche mare-monti, salutistiche e di benessere (le Terme di Latronico), enogastronomiche e di artigianato locale, ci sono state altre rappresentazioni con compagnie formate dalla comunità locale. Anche per rilanciare le funzioni commerciali e di servizio di Latronico e delle contrade. Un appuntamento diventato fisso a Latronico per agosto che maturando anno dopo anno è diventato evento unico per cultura, tradizioni popolari e folcloriche, storia, risorse del territorio, turismo, prodotti alimentari. Punto di forza dell’evento: l’orgoglio di appartenenza ad una comunità che  motiva un’intera popolazione a vivere in prima persona l’impegno civico.

Quanto allo spettacolo  è nella storia che viene raccontata, nelle tante storie all’interno della grande storia che creano forte intimità e quel profondo dialogo che deve esserci sempre nel reciproco scambio tra pubblico e palco scenico. Il teatro in fondo è questo: «Una storia narrata, un interprete e tante persone che riescono a sentire sensazioni, sentimenti, a vivere, con l’attore, un’altra vita».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*