ANTONIO VALICENTI: IL POETA E LA SUA TERRA

Incontro in ricordo del poeta e romanziere scomparso quest’anno

Presente il Professor Francesco Sisinni

18 agosto 2017, ore 21 – ROTONDELLA (MT)

 

Per il 18 agosto 2017, alle ore 21 in Piazza Risorgimento, il Comune di Rotondella, in collaborazione con il Comitato di Matera della Società Dante Alighieri e l’Associazione Arcobaleno, propone una serata culturale in ricordo del poeta e scrittore lucano Antonio Valicenti, scomparso improvvisamente il 30 marzo di quest’anno, tra i più rilevanti interpreti della poesia dialettale lucana: il suo nome è presente nella sezione dei poeti dialettali dell’enciclopedia Utet.

Dopo i saluti del sindaco, Vito Agresti, la serata sarà introdotta dal prof Pino Suriano, Presidente della Società Dante Alighieri di Matera. Ospite d’onore sarà il prof. Francesco Sisinni, illustre dantista, già Consulente Culturale dell’allora Ministro Aldo Moro, poi tra i fondatori del Ministero della Cultura in collaborazione con l’allora Ministro Giovanni Spadolini.

Previsto, tra gli interventi, anche quello, in audiocollegamento, del professor Franco Brevini, Università di Bergamo, tra i massimi esperti italiani di poesia dialettale.

Sarà presente anche il vice sindaco di Matera, Nico Trombetta, in rappresentanza della Città Capitale Europea della Cultura che onorerà così il valore letterario del poeta rotondellese.

Non mancherà, naturalmente, un momento di lettura delle poesie di Valicenti, recitate dall’attore Angelo Blasetti e dai bambini dell’Associazione Arcobaleno. Altre poesie musicate, invece, saranno eseguite dai cantautori Antonio Labate e Pino Battafarano. Previsti anche momenti di testimonianza di persone a lui vicine: il giornalista Filippo Mele, l’Archeologa preistorica Maria Cera, l’avvocato Antonio La Battaglia, la poetessa Antonella Santulli, l’editore Antonio Dellisanti e altri ancora. Contributo conclusiva della figlia Alessandra Valicenti.

Valicenti è stato eccelso cantore della lucanità. Di particolare rilievo le sue opere di traduzione in dialetto dei classici latini, tra cui Orazio e Catullo. Abile conferenziere, aveva scritto anche un romanzo: Il Bacio della Sibilla.

 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*