Costituzione di un Comitato spontaneo di cittadini presso la Città di Montescaglioso (MT) e raccolta firme per petizione popolare.

Nelle scorse settimane, presso la Città di Montescaglioso (MT), si è costituito un Comitato Spontaneo di cittadini che ha provveduto alla raccolta di firme per una petizione da presentare al Consiglio Comunale ed alla Giunta Municipale.

I firmatari la petizione, elettori del Comune montese, titolari dei diritti di partecipazione di cui all’Art. 50 dello Statuto comunale, intendono manifestare al Consiglio Comunale e alla Giunta Municipale il proprio dissenso in merito all’approvazione, con delibera di Consiglio Comunale n. 6, prot. n. 32 del 10/03/2017, del Regolamento Aree di Sosta a pagamento, e all’approvazione con Delibera di Giunta municipale n. 59, prot. n. 92 del 08/06/2017 dell’istituzione dei sensi unici di circolazione, tariffe e orari di sosta a pagamento, disciplina e direttive alla polizia locale.

In data 10 agosto 2017, presso gli uffici comunali montesi, i rappresentanti il Comitato hanno provveduto a depositare 1.252 firme, raccolte in circa 10 serate presso i luoghi pubblici cittadini. Apposita comunicazione sarà effettuata all’attenzione del Prefetto di Matera, dr.ssa Antonia Bellomo.

Il regolamento predisposto dalla Giunta Comunale di Montescaglioso (MT), sin dalla sua proposta, ha suscitato apprensione nella popolazione montese: il comitato spontaneo dei cittadini richiede la convocazione di un Consiglio Comunale aperto per discutere la problematica e trovare soluzioni e/o procedere al ritiro della Delibera di Giunta, allo scopo di ridiscutere l’argomento e trovare le soluzioni più idonee, valide e condivise. Allo stesso tempo evidenzia come sia assolutamente impossibile vivere ed imporre stili di vita moderni ad un Centro Storico costruito con altri, diversi, criteri.

Si sottolinea, inoltre, come non siano chiari i parametri e criteri relativi all’attività di controllo su strada dell’efficacia degli interventi previsti, oltre che sul monitoraggio ambientale, del traffico e sulle analisi dei relativi dati “prima e dopo” l’attuazione delle nuove discipline di circolazione stradale.

L’Amministrazione Comunale ha, sinora, rifiutato qualsiasi confronto su queste importanti tematiche: è auspicabile discutere per ottenere decisioni condivise, ripristinando il sistema della partecipazione.

Per il Comitato Cittadino

“Cittadini per i Cittadini”

Dr. Michele Marchitelli




Commenta per primo

Rispondi