S.S. 7 “Appia”: Castelluccio, non basta pensare a “rattoppi”

Il progetto dell’Anas di  lavori di Manutenzione Straordinaria per il ripristino della pavimentazione della SS 7 “Appia” dal km 554 al km 573, per altro in tratti saltuari, con una spesa di 1,3 milioni di euro, non è sufficiente alla messa in sicurezza della strada più importante per il collegamento di Matera alla Basentana e per assecondare i programmi di sviluppo turistico. Lo sostiene il vice presidente del Consiglio Regionale Paolo Castelluccio (Fi) per il quale il Governo come ha trovato i soldi per la linea ferroviaria Matera-Ferrandina deve trovare i soldi per questa strada non limitando l’intervento dell’Anas a rattoppi.

Nel sottolineare che la chiusura del ponte di via La Martella, sempre sulla statale 7, rilancia la priorità per affrontare i problemi di viabilità in vista dell’appuntamento del 2019, Castelluccio evidenzia l’impegno espresso dalla Sezione Edili di Confapi Matera nel segnalare da anni la necessità di  un’azione coordinata tra Anas, Regione, Provincia, Comune di Matera e gli altri Comuni direttamente serviti dalla strada.

E’ il caso anche di ricordare l’iniziativa autonoma ed efficace dei cittadini con la creazione di  un Comitato con relativa pagina Facebook “S.S.7 Matera–Ferrandina”, per sollecitare l’adeguamento ed il raddoppio della strada statale 7, Matera-Ferrandina, opera di rilevanza strategica per sbloccare dall’isolamento Matera Capitale Europea 2019 e tutta la sua provincia e per la sicurezza dei turisti, pendolari, camionisti, motociclisti, ciclisti.

So bene della situazione di dissesto in numerosi tratti, tra cui quello di Miglionico, e che quindi – aggiunge il vice presidente del Consiglio Regionale – c’è bisogno di una posta finanziaria adeguata se si vuole realmente garantire la sicurezza degli automobilisti. Non credo in soluzioni miracolistiche ma in un progetto a step che parta dal manto stradale in grave dissesto e con un cronoprogramma di lavori affronti le altre criticità più rilevanti sino al raddoppio delle carreggiate.

Castelluccio si è detto convinto che l’assessore alle Infrastrutture Benedetto si farà interprete delle esigenze delle comunità di Matera e del Materano, soprattutto tenuto conto dell’aumentato traffico veicolare da Matera verso la Basentana e viceversa.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*