MATERA: MULTA AL DISABILE. “TEMA ALL’ATTENZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE”

In merito alla vicenda del disabile multato in via Cappelluti, segnalata qualche giorno fa da alcuni organi di informazione, gli uffici comunali chiariscono che il tema è da tempo all’attenzione dell’amministrazione comunale che,  su indicazione del sindaco, sta esaminando la possibilità di prevedere specifiche esenzioni per la gratuità del parcheggio dei disabili sulle aree a pagamento  in occasione del prossimo bando per la gestione dei parcheggi stessi, in considerazione delle legittime esigenze di accessibilità  dei cittadini disabili.

“Quanto al caso particolare, in seguito a verifiche effettuate  – chiariscono ancora dal Comune – è risultato che la sanzione non è stata elevata da agenti della Polizia locale  ma da Ausiliari del traffico, dipendenti della società che gestisce i parcheggi nelle strisce blu , che sono autorizzati ad intervenire solo nelle aree oggetto di concessione  per verificare l’avvenuta corresponsione delle tariffe.

Gli stessi, dunque, non avrebbero potuto intervenire per multare le auto che erano parcheggiate nelle aree destinate ai disabili”.

Va sottolineato inoltre, che l’amministrazione comunale in occasione della pubblicazione dell’attuale bando (2013) per la gestione dei parcheggi a pagamento, decise di incrementare il numero degli stalli riservati, in particolare nel centro storico, a favore di questa fascia sociale, superando la percentuale prevista dalla norma che è di un parcheggio disabili per 50 posti auto.

Il diritto dei disabili a poter usufruire di spazi riservati, in modo da poter accedere a strutture pubbliche, uffici o aree dotate di barriere architettoniche, resta priorità di questa amministrazione che, al tempo stesso, lancia un appello ai cittadini che occupano aree riservate  o  in assenza di pass o attraverso l’uso dello stesso in maniera irregolare,  e ai quali ricorda che verranno applicate  le sanzioni previste dal Codice della Strada  e che saranno disposti mirati e specifici servizi.

Matera, 26 luglio 2017

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*