On. Moles (FI) su “La Regione Basilicata e la frana di Montescaglioso”

Il Governo della Regione Basilicata mortifica e umilia la comunità di Montescaglioso: questa è l’evidente conclusione a cui si può giungere di fronte al silenzio assordante prima, ed alla beffa poi, sulla questione della frana di Montescaglioso del dicembre 2013.

Prima abbiamo assistito alle mancate risposte o rassicurazioni da parte del Governo nazionale sulle criticità e sullo stato in cui versa il territorio montese a seguito della frana che ha colpito Montescaglioso, poi increduli ci troviamo di fronte ad una Delibera di Giunta Regionale (la n° 665 del 30 giugno 2017) che approva “genericamente” le modalità tecniche per la presentazione delle domande di contributo per i titolari di attività economiche e produttive danneggiate dagli eventi calamitosi (del 7 e 8 ottobre e 1 e 3 dicembre 2013) senza più indicare, così come sempre avvenuto in tutti i provvedimenti nazionali e regionali, la frana di Montescaglioso, che era giustamente menzionata “in aggiunta” alle alluvioni del 2013, in sostanza parificando tutti gli eventi calamitosi.

Questo “difetto” di forma, della delibera regionale, è solo “l’antipasto”: infatti i criteri fissati non prevedono la delocalizzazione (che tra l’altro non necessita di risorse economiche aggiuntive) delle attività economiche e produttive presenti nell’area della frana (che sono oggi totalmente inagibili), e quindi non permettono di poter accedere al contributo previsto; al danno la beffa quindi: le attività produttive hanno perso tutto (fabbricati, attrezzature, etc.) e non potranno far ripartire l’attività perché gli viene negato dalla Regione Basilicata il legittimo contributo.

Se i provvedimenti nazionali indicano specificatamente l’evento franoso di Montescaglioso, perché la Regione “omette” di menzionarlo nell’oggetto della Delibera? A cosa sono serviti gli incontri e le rassicurazioni degli Uffici Regionali?

A nulla fino ad ora è valso che l’Amministrazione Comunale di Montescaglioso abbia per mesi manifestato in tutte le sedi questa grave diversità di trattamento prima, e che poi abbia con forza protestato contro la forma e la sostanza della Delibera Regionale, tanto da spingere il Sindaco Vincenzo Zito a chiedere l’aiuto e l’intervento del Presidente Mattarella nella sua recente visita a Matera.

La concezione istituzionale del Governo Pittella si basa su criteri oggettivi o su valutazioni soggettive circa il governo locale dei territori? C’è una motivazione particolare da parte del Governatore lucano nel voler considerare il comune di Montescaglioso come “figliastro” tanto da abbandonare la sua Amministrazione ed i suoi cittadini (che hanno perso tutto e sono anche fuori da ogni possibilità di ristoro, come accade per altre aree della Basilicata) al dissesto economico ed idrogeologico?

Sono certo che, sapendo che ormai non ce la si può cavare semplicemente solo attraverso l’approvazione di una semplice mozione, il Presidente Pittella non potrà che dare la giusta risposta, e l’unica risposta possibile può venire unicamente attraverso atti amministrativi chiari e precisi che sanino finalmente questo “vulnus” sinceramente imbarazzante.

On. Giuseppe Moles

(Commissario Regionale “Forza Italia” Basilicata)

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*