IL COMICO NANDO TIMOTEO DA ZELIG AD ARGOJAZZ

Appuntamento col cabaret di qualità, domenica sera 23 luglio, alle ore 21 al Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci. Ad esibirsi sul palco di Argojazz sarà Nando Timoteo, non un corposo vino pugliese, ma un verace comico D.O.C. che la gavetta l’ha fatta davvero tutta: dai villaggi ai laboratori di cabaret, per arrivare alla radio e alla TV in programmi come Central Station, ZeligOff e Colorado.
Come performer si è sempre distinto per una mimica facciale unica; il suo humour sottile e intelligente (e, cosa rara, privo di volgarità) nasce da una scrittura attenta e mai banale, che da sempre confluisce nei testi dei suoi pezzi e ora nel suo primo libro. Monologhista dai testi sapidi e dall’approccio “interdetto”, porta avanti un’umorismo tradizionale che non fa rima con banale.
Fernando Zimotti, in arte Nando Timoteo, si butta nella mischia nei primi anni novanta, quando sale sui palchi dei villaggi turistici e con i suoi personaggi strappa con disinvoltura un sacco di risate al pubblico. Ma quella che inizialmente è una passione si trasforma in qualcosa di più profondo: nel 1997 il pugliese frequenta le lezioni di Richard Gordon (docente all’Actor Studio) e prende ufficialmente i ‘voti’ da cabarettista esibendosi per tutta la stagione alla Corte dei Miracoli di Milano. La sua abilità cresce, e così la popolarità, e dal 2000 in avanti entra nel palinsesto dei network televisivi a diffusione nazionale. Presto arrivano anche i laboratori di Zelig e Colorado Café e importanti riconoscimenti come il premio del pubblico al Festival Nazionale del Cabaret e la palma di migliore cabarettista al Premio Troisi del 2004. Quindi arriva l’esperienza del Colorado Café Live e le partecipazioni ai due film di Diego Abatantuono Eccezziunale Veramente 2 e 2061, entrambi firmati da Carlo Vanzina. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, si svolgerà nella piazzetta del Porto.
Marina di Pisticci 21 luglio 2017

1 Comment

  1. Ho visto che anche Nando Timoteo ha un passato da animatore turistico, il suo è stato quindi un ritorno alle origini quando di recente ho letto che si è proposto con la sua comicità sulla nave di Costa Crociere, sono contento per lui e nel contempo mi viene la nostalgia dei tempi passati quando anche io facevo l’animatore, non ho avuto un seguito in campo artistico, tuttavia resta un ricordo indelebile .Iniziai come animatore per bambini in feste di compleanno, cerimonie,eventi vari e poi in estate, operavo in centri estivi. Però l’esperienza che più mi è rimasta nel cuore, fu quando feci l’animatore turistico,ricordo ancora le emozioni provate ad indossare quella divisa, fu una sensazione unica, è un’ esperienza che invito i giovani a fare. Ovvio non è che tutti gli animatori devono poi diventare artisti famosi, ma andrebbe considerato come un percorso di vita, educativo e formativo, d’altronde sappiamo tutti che ogni estate si ricercano animatori turistici e le possibilità di lavoro in questo campo sono davvero tante. Conosco bene questa realtà, da anni collaboro con Animandia.it un sito del settore e posso assicurare che per un giovane trovare impiego estivo come animatore turistico non è affatto difficile,ci sono tante proposte anche per vcoloro che non hanno esperienza, basta avere un carattere estroverso, grinta e la voglia di mettersi in gioco. Chiedo scusa, magari sono stato inopportuno, ma la nostalgia ha preso il sopravvento… se potessi tornare giovane lo rifarei…

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*