CON GLI OSCAR GREEN PREMIATE LE IDEE VINCENTI DEI GIOVANI

E’ stata  Sasso di Castalda, nel potentino, la location scelta per la premiazione del concorso regionale di Coldiretti “Oscar Green”, che per l’undicesimo anno ha visto la partecipazione di imprese giovani impegnate nella realizzazione di progetti  per un’agricoltura innovativa e distintiva. Cinque le migliori idee premiate. Ad aggiudicarsi la vittoria per la categoria “Agri-you”  Veronica Tropiano, per “Campagna-amica” Gerardo Ricci della società cooperativa “Ricco Dentro”, per “Crea” Rocco Giannone, presidente  della società cooperativa  “Predium”, per la categoria “Fare rete” Margherita Colantuono assistente marketing commerciale  del biscottificio “Di Leo”, ed infine per la sezione “We-green” il premio è andato a Carmelina Guerriero, titolare dell’omonima azienda agricola.  “Anche quest’anno i nostri giovani hanno mostrato una particolare attenzione alla capacità di utilizzare l’innovazione per dare lustro alle tradizioni e ai prodotti locali – ha commentato Piergiorgio Quarto, presidente Coldiretti Basilicata – così come il ruolo dell’imprenditore per la tutela e l’arricchimento del territorio, e degli enti che sostengono il loro lavoro”. Presenti, oltre ai dirigenti regionali e provinciali di Coldiretti, anche l’assessore regionale alle politiche agricole, Luca Braia, che ha ricordato l’importanza di  “promuovere l’agricoltura sana del nostro Paese che ha come testimonial le tante idee innovative di giovani agricoltori”. L’agricoltura fatta e soprattutto reinventata da giovani agricoltori, viene dunque promossa attraverso gli Oscar Green. “Il concorso è stato ideato proprio con lo scopo di dare la meritata visibilità, a tutti quei ragazzi che hanno saputo costruire (molti partendo da zero) con grandi sacrifici, realtà imprenditoriali – ha aggiunto il direttore regionale  di Coldiretti Basilicata, Francesco Manzari – che sono diventate parte dell’eccellenza di quel Made in Italy, noto in tutto il mondo e che proprio in questi giorni viene messo a rischio da accordi  come quello UE-Canada, noto come CETA, rispetto al quale Coldiretti sta portando avanti una battaglia che ci auguriamo porti ad un immediato stop dell’iter legislativo”. Prima della premiazione in tanti, compreso lo stesso assessore Baria e i vertici regionali e provinciali di Coldiretti,  hanno potuto provare l’attrazione del “Ponte alla Luna”, mentre al termine della cerimonia  “Campagna Amica” ha  offerto a tutti i partecipanti un apericena a base di prodotti del territorio.

Potenza 21 luglio 2017

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*