GRAVINA IN PUGLIA – Operai in sciopero senza preavviso: stop alla raccolta rifiuti

Il Comune diffida la Tradeco srl a voler riprendere immediatamente il servizio
La situazione si sblocca con la mediazione del Comune: nel pomeriggio la ripresa del lavoro

Operai in sciopero, raccolta bloccata. La situazione si sblocca con la mediazione del Comune: nel pomeriggio la ripresa delle attività.
Gravina s’è svegliata stamattina con i cassonetti di immondizia pieni, a causa dello sciopero improvviso, non programmato né preventivamente comunicato, dei lavoratori che assicurano il servizio in città per conto della Tradeco srl, società affidataria del servizio di raccolta dei rifiuti. La protesta, ispirata dall’asserito mancato rispetto delle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro per presunte inadempienze dell’azienda, oltre che per rivendicazioni salariali, ha portato alla pronta reazione del Comune, che pur comprendendo le ragioni dei lavoratori, ha tuttavia formalmente lamentato l’inosservanza della normativa sullo sciopero ed i possibili pericoli per la salute pubblica derivanti dall’accumulo dei rifiuti in tutta la città. Per questo già in mattinata dal Municipio era stata inviata una diffida alla società altamurana, notificata per conoscenza anche alla Prefettura, alla Procura della Repubblica di Bari ed alla Regione Puglia. Nella nota, a firma del sindaco Alesio Valente e del dirigente dell’Area Tecnica, Michele Stasi, si sollecitava «la Tra.de.co. srl ad attivarsi per l’espletamento delle attività correlate al servizio di igiene urbana», con invito al Prefetto «a voler disporre la precettazione del personale interessato, ai fini della salvaguardia dell’igiene pubblica». Successivamente, al termine di un confronto avvenuto in Comune su richiesta dei lavoratori tra una loro delegazione e l’assessore all’igiene urbana Paolo Calculli, nell’interlocuzione con Cgil, Cisl e Ugl l’assessorato si è detto disponibile ad un incontro per verificare la possibilità che l’Ente (che ha sempre puntualmente onorato i propri impegni contrattuali con l’azienda) si sostituisca alla Tradeco nei pagamenti dei salari, come avvenuto in diverse occasioni anche nel recente passato. Alla luce di ciò, i lavoratori, attraverso i loro rappresentanti, hanno comunicato d’essere pronti all’immediata ripresa delle attività lavorativa. Già dal primo pomeriggio di oggi, pertanto, ripartiranno le operazioni di svuotamento dei cassonetti.
Gravina in Puglia, 18 Luglio 2017




Commenta per primo

Rispondi