Tutto pronto per la tredicesima edizione della rassegna culturale “Tre giorni di… Versi”, la manifestazione di poesia e di narrativa che puntualmente si svolge nella città di Matera

Sei luglio, alle ore 18.30, al Dedalo – Sensi Sommersi, in via D’Addozio, e sette luglio, alle ore 18.30 al Palazzo Gattini, in Piazza Duomo, saranno i due giorni dedicati alla lettura di poesie e racconti e coordinati da Maria Antonella D’Agostino, Presidente dell’Associazione “Matera Poesia 1995”. Tra gli interventi: Agnese Belardi, Presidente Pro Loco Kaleidos di Lagonegro e Presidente del Salotto letterario delle donne di Lagonegro, Anita Piscazzi, in rappresentanza della  Casa della Poesia di Monza, Gianpaolo Mastropasqua, in rappresentanza dei Poeti per la Cultura della Pace. Le serate saranno allietate da intermezzi teatrali a cura dell’attrice Nunzia Gioia, nel nome della poetessa lagonegrese Donata Doni e dalle letture a cura di Domenico Orlandi e Antonella Radogna. Da riscoprire insieme sarà “Il bivio del futuro” una poesia che Dante Maffia, (noto scrittore, poeta e saggista, già candidato al premio Nobel per la letteratura, molto vicino all’Associazione anche come Presidente onorario del premio “Una cartolina da Matera”), ha voluto dedicare agli artisti e scrittori lucani.

A concludere la  manifestazione, l’8 luglio alle ore 18.30 al Palazzo Gattini, la presentazione del libro “La Misericordia in Padre Pio” di Stefano Campanella, (direttore di tele radio Padre Pio e Padre Pio TV) a seguito di un tour culturale lucano avviatosi nella città di Montalbano Jonico. Il testo sarà relazionato da Vito Lenge, responsabile diocesano dei gruppi di preghiera Padre Pio. Ad aprire la serata, Maria Antonella D’Agostino. Coordinerà la presentazione la giornalista lucana, Cristina Longo.

L’evento, patrocinato dal Comune di Matera e organizzato dall’Associazione Culturale “Matera Poesia 1995”, che da sempre è ispirato al dare voce a tutti gli iscritti all’Associazione che vogliano mettersi in gioco proponendo letture dei propri versi o racconti, ha quest’anno sposato lo scambio culturale, anche interregionale, attraverso il coinvolgimento di associazioni che hanno collaborato alla sua realizzazione come la Pro Loco di Lagonegro Kaleidos, la Casa della poesia di Monza e Poeti per la cultura di pace.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*