Grieco (FD): Il Rione Dirupo di Pisticci, fuori dalla candidatura dell’Unesco

L’emendamento alla legge di variazione al bilancio della Regione Basilicata, per la redazione dei dossier di candidatura di altre preziose realtà territoriali lucane nella lista del patrimonio dell’Unesco, con uno stanziamento di cinquanta mila euro, rappresenta una importantissima  azione, e merita un plauso, perché, utile a valorizzare e proteggere luoghi unici al mondo.

La scelta di solo questi luoghi, però, non può e non deve precludere la candidatura anche di altri importanti territori Lucani, che rappresentano da soli la scelta naturale per essere avviati a questa importante valorizzazione e di custodia, quali patrimonio dell’umanità.

Il rione  Dirupo di Pisticci, già portato in istanza e valorizzato, dalla precedente amministrazione per l’eliminazione del Decreto di trasferimento, a firma del Presidente della Regione Basilicata, grazie anche al contributo politico dei consiglieri promotori di questo emendamento, è uno dei luoghi della Regione Basilicata, che insieme ai sassi di Matera sono unici al mondo.

Ad onor del vero, in questi ultimi mesi molte associazioni, hanno contribuito alla promozione di iniziative utili alla valorizzazione di questi luoghi, però, registriamo ancora una volta, vista l’assenza di Pisticci fra questi comuni prescelti, una incapacità esecutiva della forza politica di maggioranza di questo governo a rappresentare e candidare la Città di Pisticci a progetti importanti come questo.

 Forum Democratico

Dr. Pasquale D. Grieco

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*