EMERGENZA IDRICA A MONTALBANO GLI AGRICOLTORI SCENDONO IN PIAZZA

A comunicarlo sono i consiglieri comunali Enzo Devincenzis e Marcello Maffia, da sempre impegnati in questa battaglia di civiltà per la sopravvivenza delle aziende agricole.

Con una nota inviata al Prefetto di Matera, S.E. Antonella Bellomo, ed al sindaco di Montalbano Jonico è stata comunicata l’attivazione di un presidio democratico davanti la casa comunale con la presenza di agricoltori, cittadini interessati e macchine agricole, al fine di sensibilizzare la regione Basilicata e gli enti gestori delle risorse idriche ad intervenire immediatamente in agro di Montalbano, ripristinando adeguate portate alle prese idriche, per scongiurare la perdita delle produzioni agricole in atto e garantire il mantenimento degli impianti arborei già raccolti.

Premesso che questa emergenza dipende da errori umani degli enti gestori e delle regioni Puglia e Basilicata e non già dalla mancanza di piovosità degli anni passati, gli agricoltori montalbanesi e metapontini non ci stanno a pagarne le conseguenze con la perdita del raccolto rimasto, considerate la gelata di gennaio ed il raccolto delle drupacee andate al macero per una endemica crisi di mercato che hanno collassato l’economia delle nostre famiglie.

L’ultima speranza rimasta è il frutto pendente fatto di agrumi, susine, kiwi, olive, kaki, orticole, percoche ecc., che rischia di appassire o cadere per mancanza delle giuste e dovute quantità di acqua.

Considerata la lesione del manto bituminoso della diga di Montecotugno, che ha sversato a mare milioni di volumi idrici, la mancata attivazione della traversa Sarmento e l’occlusione della galleria Agri-Sinni, che avrebbero dovuto portare acqua nell’invaso di Montecotugno, considerato altresì che quanto espresso dipende solo e soltanto dalle regioni e dagli enti gestori, per i motivi espressi gli agricoltori non sono assolutamente disposti a pagare ingiustamente per errori altrui.

Il sacrificio venga fatto dal potabile pugliese e sia garantita la giusta quantità di acqua agli agricoltori lucani.

Sabato sera, i consiglieri comunali scriventi hanno convocato una pubblica assemblea di agricoltori alle ore 20.30 presso la sala consiliare invitando anche il sindaco di Montalbano, a cui è stata fatta espressa richiesta di invitare Regione, Autorità di Bacino, Ente Irrigazione e Consorzio di Bonifica per garantire una corretta irrigazione delle nostre produzioni, evitando turnazioni capestro che hanno l’unico fine di creare panico.

Il presidio e lo stato di agitazione resterà atto fino a soluzione del problema e, se sarà necessario, si andrà con i nostri trattori a Montecotugno come già accadde quindici anni fa, nel luglio 2002.

MONTALBANO JONICO, 29 GIUGNO 2016

F.to VINCENZO DEVINCENZIS

MARCELLO MAFFIA

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*