LABORATORI ANALISI: DA FLOVILLA (FEDERANISAP) APPREZZAMENTO A PROVVEDIMENTO REGIONE

Il vice presidente nazionale di FederANISAP Antonio Flovilla esprime apprezzamento per il provvedimento contenuto nella “Prima variazione al bilancio di previsione pluriennale 2017/2019” della Regione, approvato ieri in Consiglio, riferito alla remunerazione dei servizi e delle prestazioni dei laboratori di analisi ripristinando le tariffe in vigore precedentemente ai tagli effettuati e cioè con le tariffe definite dalla delibera di Giunta regionale n. 989/2013. Un provvedimento,  nelle more della definizione delle tariffe per la specialistica ambulatoriale della branca di laboratorio di analisi, che – sottolinea – è un importante risultato del lavoro svolto dal direttivo ANISAP Basilicata e dal suo presidente Roberto Cicchetti, in piena continuità con quanto da me sostenuto nell’ultimo triennio sulla questione tariffe.

L’apprezzamento – afferma Flovilla – va al Governo Regionale che finalmente ha mostrato sensibilità su un tema vitale per la sopravvivenza del sistema dei laboratori della Basilicata. Il mio auspicio è che tale sensibilità sia mantenuta intatta per affrontare la riprogrammazione e la rivisitazione della rete attuale dei servizi di laboratorio, altro nodo fondamentale per il futuro di strutture che svolgono un compito primario di prevenzione e cura sul territorio e di vicinanza al cittadino-utente.

Bisogna tener conto che – spiega il vice presidente FederANISAP – dal 60% al 70% delle decisioni di tipo medico sono basate su risultati di laboratorio, che il settore della diagnostica in vitro pesa attualmente sulla spesa sanitaria per una percentuale tra l’1% e il 2% e che , in Italia, la domanda di sistemi diagnostici è in calo. La bassa remunerazione delle prestazioni, che richiedono alta qualità e professionalità in costante aggiornamento oltre che ad attrezzature e sistemi tecnologici innovativi,  costringerebbe i laboratori della Basilicata ad una condizione di sofferenza al limite della sopravvivenza. Le conseguenze, come da sempre annunciato, si ripercuoterebbero sugli effetti organizzativi e sull’occupazione.

All’apprezzamento si è associato il presidente nazionale FederANISAP Mauro Potestio  sottolineando l’impegno della Federazione affinchè insieme al DM sui nuovi LEA, da parte del Governo, sia  emanato anche il nuovo Nomenclatore Tariffario  per le nuove prestazioni.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*