ORTI URBANI E SOCIALI COMUNALI PRESENTATI IN CONFERENZA STAMPA A SCANZANO JONICO

I consiglieri di minoranza di Scanzano Conta hanno presentato l’idea

SCANZANO JONICO. Si è svolta ieri, lunedì, a Scanzano Jonico, nel Centro sociale anziani, la conferenza stampa del gruppo consiliare Scanzano Conta nel corso della quale è stata esposta la proposta “Orti urbani e sociali comunali”.

Dopo il saluto del presidente del CSA, Mario Vitale, che ha accolto con estremo favore la proposta, i consiglieri comunali, Claudio Scarnato e Rossana De Pascalis, hanno illustrato l’idea ai giornalisti e ai tanti cittadini presenti, ai rappresentanti di altre associazioni e alle istituzioni e agli altri consiglieri comunali presenti.

“Orto urbano inteso come strumento di coinvolgimento sociale innanzitutto rivolto ai giovani, agli anziani e alle persone che rischiano l’esclusione sociale”, ha spiegato Rossana De Pascalis nella sua introduzione. E, ancora: “Creare maggiore consapevolezza rispetto al cibo e promuovere i corretti stili di vita”.

Claudio Scarnato si è soffermato poi sugli aspetti tecnici e amministrativi che riguardano l’idea: “La proposta è stata protocollata, ora l’auspicio è che diventi oggetto di trattazione del Consiglio comunale”.

Scarnato ha poi aggiunto: “Gli orti sociali sono inoltre contemplati nel Regolamento urbanistico attualmente vigente a Scanzano e approvato dall’Amministrazione Iacobellis, essi rappresentano inoltre un momento di partecipazione dei cittadini anche a quei piccoli e virtuosi interventi di riqualificazione urbana di aree che diversamente rischierebbero il degrado e l’abbandono. Chiaramente si possono individuare altre aree e procedere con il regolamento che detti regoli precise nella gestione degli spazi”.

Ad intervenire alla conferenza anche Maria Giovanna Merlo, consigliera comunale in quota Scanzano Libera e già vice-sindaco della città di Scanzano Jonico: “Molto bella l’idea che mi impegnerò a sostenere in Consiglio comunale”. E, ancora: “Si abbina anche con il discorso relativo all’accoglienza turistica perché offrirebbe ai turisti che verranno a trovarci la possibilità di vedere anche nel contesto cittadino come avviene la coltivazione del cibo che normalmente arriva sulle tavole”.

La proposta ha trovato l’assenso del sindaco di Tursi, Salvatore Cosma, il quale ha espresso la volontà di collaborare con i consiglieri di Scanzano Jonico affinché sull’argomento ci sia scambio di informazioni e di esperienze: “E’ mia intenzione promuovere l’idea anche nella città che amministro perché valida coinvolgente”. E, ancora: “Come dimostra questo esempio, la collaborazione fra comuni deve esserci, perché il ‘fare territorio’ dev’essere un valore e uno stimolo in più alla crescita del comprensorio Metapontino”.

Ad offrire il proprio contributo intellettuale a sostegno dell’idea sono intervenuti anche l’agronomo Salvatore Pecchia, e Nicola Suriano, primo sindaco di Scanzano Jonico.




Commenta per primo

Rispondi