Matera 2019, presentata la rassegna “Bruna on my mind – 10 concerti per la Festa della Bruna, 2 luglio, Matera”

A partire dalla Festa della Musica e fino alla Festa della Bruna, l’Aeroporto di Bari ospiterà 10 concerti eseguiti dal Conservatorio di Matera, promuovendo Matera Capitale Europea della cultura 2019.

È stata presentata questa mattina presso l’Aeroporto di Bari, la rassegna musicale “Bruna on my mind – 10 concerti per la Festa della Bruna, 2 luglio, Matera” organizzata dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 insieme ad Aeroporti di Puglia e al Conservatorio “Duni” di Matera per promuovere Matera Capitale Europea della Cultura 2019 all’interno dello scalo aeroportuale di Bari con una serie di concerti che accompagneranno i viaggiatori dalla Festa della Musica del 21 giugno alla Festa della Bruna del 2 luglio. Per 10 giorni, dalle 18:00 alle 19:00, docenti e studenti dell’Istituto materano si esibiranno dal vivo nell’area imbarchi, dove sarà inoltre possibile, in qualsiasi momento della giornata, suonare liberamente un pianoforte a coda messo a disposizione da un negozio di strumenti musicali di Matera.

“L’aeroporto di Bari è la principale porta di accesso internazionale per la città di Matera – ha sottolineato il direttore della Fondazione-Matera 2019, Paolo Verri, intervenendo alla conferenza stampa -. Per questo abbiamo ritenuto indispensabile dare avvio alla collaborazione fra Matera 2019 e Aeroporti di Puglia, scegliendo un’occasione speciale quale la Festa della Musica del 21 giugno che si celebra in tutta Europa e che animerà anche Matera da mattina fino a sera con eventi musicali in tutta la città. L’Aeroporto di Bari si trasformerà da quel momento in un quartiere di Matera e per dieci giorni celebrerà l’universalità della musica, ospitando concerti eseguiti da docenti e studenti del Conservatorio Duni di Matera. La musica guiderà i visitatori verso la Festa della Bruna del 2 luglio, l’evento più importante per la città di Matera e che ha costituito una delle anime del percorso di candidatura verso il titolo di Capitale Europea della Cultura 2019. Abbiamo inoltre voluto portare nell’Aeroporto di Bari una pratica consolidata in altri scali nazionali e internazionali, ossia quella di mettere a disposizione dei  passeggeri in transito uno splendido pianoforte a coda da poter suonare liberamente in qualsiasi momento della giornata. Attraverso questa rassegna musicale dal titolo emblematico “Bruna on my mind”,  puntiamo da un lato a rafforzare la collaborazione fra i territori di due regioni limitrofe come la Puglia e la Basilicata e al contempo a raccontare in modo del tutto originale il progetto Matera 2019 e la Festa della Bruna ai visitatori di tutto il mondo”.

“Gli aeroporti non sono soltanto i “nonluoghi” ben definiti dall’antropologo francese Marc Augé –  ha detto il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile – . Questi grandi spazi, dove migliaia di persone condividono delle ore della loro vita in transito, fugaci, ma anche riflessive, creative e sicuramente cariche di stimoli, talvolta, portano alla ideazione di genialità artistiche. Voglio ricordare che il grande Brian Eno, mirabile autore di musica ambient, creò uno dei suoi capolavori (Music for airports) proprio mentre era in attesa in un aeroporto tedesco. Gli aeroporti, dunque, sono come gigantesche scatole da riempire di suoni. La musica negli aeroporti è anche un importante segno di accoglienza e un potente mezzo di divulgazione di emozioni, esperienze e di curiosità. Aeroporti di Puglia non è nuova a iniziative in campo culturale e musicale in particolare. Abbiamo sempre riservato in modo concreto una non comune attenzione con l’installazione di opere d’arte, sia permanenti che temporanee, nei nostri aeroporti. Lo abbiamo fatto ospitando mostre e rassegne musicali di qualità. Per questo, quindi, ospitiamo con grande piacere e orgoglio la rassegna “Bruna on my mind – 10 concerti per la Festa della Bruna, 2 luglio, Matera”, il ciclo di concerti prodotto in collaborazione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e il Conservatorio musicale “Duni” di Matera. Dal 21 giugno i viaggiatori in arrivo/partenza dall’aeroporto di Bari, di fatto aeroporto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, potranno godere di musica dal vivo di qualità, eseguita dagli allievi e i docenti del Conservatorio lucano. Sarà un ottimo biglietto da visita per Bari e per Matera oltre che una leva possente per la crescita culturale e turistica dei nostri territori”.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta della Fondazione Matera-Basilicata 2019 di promuovere la 628ᵃ edizione della Festa di Maria SS della Bruna nell’Aeroporto di Bari – ha sottolineato il Vice Presidente dell’Associazione Festa della Bruna, Giovanni Santantonio –  come importante occasione per portare l’evento cardine della cultura materana fuori dai confini cittadini e farlo conoscere a livello internazionale. La musica, specchio dell’anima e al contempo espressione di fede, è lo strumento migliore per accompagnare  i viaggiatori verso le celebrazioni del 2 luglio”.

“Il programma di concerti che eseguiremo nell’Aeroporto di Bari – ha spiegato il prof. Vincenzo Cipriani del Conservatorio di Matera – spazierà dalla lirica alla musica da camera, dall’antico al contemporaneo, passando anche per gli autori lucani  e vedrà esibirsi i suoi migliori studenti e docenti con performance al pianoforte, violino, viola e un coro di 20 elementi.  Il Conservatorio ha affiancato sin dall’inizio il percorso di candidatura di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, facendola conoscere attraverso i propri concerti eseguiti  nei contesti internazionali più prestigiosi come Berlino, Londra e New York”.




Commenta per primo

Rispondi