UN LUCANO NELLA NAZIONALE ITALIANA CUOCHI

Continuano a collezionare successi professionali importanti i cuochi lucani. Il potentino Vito Amato, classe 1975, è entrato a far parte della Nazionale Italiana Cuochi dopo aver brillantemente superato le selezioni che si sono svolte a Taormina, lo scorso 12 giugno, in occasione della manifestazione gastronomica, “Cibo Nostrum”, la grande festa della cucina italiana. Amato, diplomatosi all’istituto alberghiero del capoluogo, ha cominciato da giovanissimo a fare esperienza nelle cucine più importanti e prestigiose della penisola. Da apprendista ha trascorso sei stagioni lavorative presso l’hotel “Hermitage” partendo da commis di cucina fino a diventare capo partita. Ritornato a Potenza ha lavorato per quattro anni  in un albergo al centro della città, fino al momento in cui gli è stata offerta  la guida dell’hotel “Augustus”, cinque stelle lusso a Forte dei Marmi, una bella avventura alla quale ha fatto seguito quella di Gabicce Mare dove Amato, lasciata questa bellissima avventura, ha trascorso altre sette stagioni come chef di cucina. Iscritto all’Associazione Cuochi Potentini, Amato è il segretario dei Cuochi Lucani . “Ho fatto parte per molti anni del team dell’Associazione Cuochi Potentini – spiega il giovane  cuoco potentino- che mi ha permesso di mettermi in gioco e confrontarmi nelle competizioni. Da circa 2 anni sono entrato nel team dell’Unione Regionale Cuochi Lucani,  capitanato dal collega e amico Giovanni Guastamacchia che insieme ad altri validissimi chef  mi ha permesso di partecipare ad eventi di spicco nel panorama gastronomico italiano e portare a casa dei bellissimi risultati come, nel 2017 , la medaglia d’argento ai Campionati della cucina Italiana a Rimini, la  medaglia d’oro nel 2016 ai Campionati della cucina Italiana a Montichiari, la medaglia di bronzo a Malta KulinarJa e, nel 2015, la medaglia d’oro al concorso ‘Expo food e wine’ a Catania”. Ad arricchire la carriera dello chef potentino poi l’importante ingresso nella Nazionale Italiana Cuochi. “ Si realizza per me  il sogno di ogni chef italiano – commenta Amato- un doveroso ringraziamento va a Rocco Pozzulo, presidente della Federazione Italiana Cuochi, al presidente dell’Unione Cuochi Lucani, Rocco Giubileo, che ha sempre creduto in me permettendomi in più occasioni di mettermi in gioco, a Giovanni Guastamacchia il mio team manager ed ai colleghi che fanno parte  della mia squadra. Ora spero di dare il mio contributo alla nazionale lavorando sodo, sempre con tanta umiltà e passione” .

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*