Asm, giornate materane di Otorinolaringoiatria. ( La chirurgia della Tiroide ).

A quattro anni di distanza dal I Corso (2013), l’unità operativa complessa di di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale dell’ Ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera, diretta dal dr. Gennaro Larotonda, ha organizzato per sabato 17 giugno a partire dalle ore 8.00, presso l’auditorium dell’ospedale Madonna delle Grazie di matera, iI convegno di aggiornamento su “La Chirurgia della Tiroide”. L’argomento è di grande attualità e quanto mai stimolante per i suoi risvolti di forte impatto pratico, oltreché  di notevole valenza culturale per il nostro territorio in cui l’incidenza delle patologie tiroidee è tutt’ora elevato. Questa seconda edizione, riveduta ed aggiornata, si avvale anche del contributo di esperti di chiara fama. Il programma è stato articolato sugli aspetti epidemiologici, diagnostici, terapeutici e di integrazione multidisciplinare e si propone di dare a tutti gli operatori, medici, infermieri, tecnici che si interessano di tale argomento, una visione completa ed aggiornata. Presidente del convegno è lo stesso dr. Larotonda, mentre il responsabile scientifico è il dr. Domenico Cifarelli.  L’evento è stato suddiviso in tre sessione e si concluderà nel pomeriggio. In Italia sono circa 6 milioni le persone che soffrono di disturbi alla tiroide, mentre in Basilicata sono circa 60.000. Le donne sono più colpite degli uomini ed anche in virtù di una maggiore capacità diagnostica, secondo i dati Istat, rispetto al decennio precedente vi è stato un considerevole aumento dei casi. In gran parte le patologie tiroidee sono da ricondursi a una carenza ambientale – nutrizionale di iodio, elemento che la ghiandola adopera per il suo corretto funzionamento, quest’ultimo necessario per un adeguato lavoro dell’intero organismo. Una sana alimentazione, condita con del sale iodato e da integratori a base di iodio sono alle basi di una difesa e di una prevenzione contro il malfunzionamento della tiroide.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*