METAPONTO: AL VIA LA STAGIONE 2017

La stagione 2017 a Metaponto è iniziata sotto i migliori auspici con gli stabilimenti balneari – che si confermano un ‘prodotto tipico’ del nostro Paese molto apprezzato da italiani e stranieri – tirati a lucido e adeguati alle nuove esigenze dei turisti del mare. Prima fra tutte: l’informazione sulle condizioni meteo. La “querelle” scoppiata nelle scorse stagioni estive, sempre nel mese di giugno, ad inizio stagione turistica, tra titolari degli stabilimenti balneari del Metapontino e metereologi “improvvisati” è solo un ricordo. Da questa estate scatta il web in tempo reale con le condizioni del tempo, del mare e del lido. Tra i primi ad attivare il sistema di informazione per immagini attraverso il proprio profilo facebook è Lido DomPablo di Metaponto. Da ieri, prima di mettersi in auto per raggiungere il lido preferito, è possibile vedere direttamente le condizioni meteo. Ad annunciarlo è il Centro Studi Turistici Thalia ricordando che in passato il danno delle previsioni meteo sbagliate al punto da scoraggiare il sabato e la domenica al mare  (specie i potentini, utenti tradizionali dei lidi della costa jonica) è stato pesante: in un solo fine settimana tra i 40-60mila euro solo di ingresso agli stabilimenti balneari sino a 120-180mila per i servizi che potevano essere erogati e che invece non hanno avuto un numero adeguato di utenti. Senza addossare colpe anche ai cosiddetti esperti di meteo accade comunque che gli errori delle previsioni sono assai frequenti e anche in caso di incertezza sulle condizioni del tempo i professionisti del meteo che determinano ogni comportamento turistico preferiscono utilizzare i classici simboli dell’ombrello oppure delle nubi grigie. Al DomPablo di Metaponto, gestito da Paolo ed Alessandra Fuina, che hanno rimodernato e riadeguato ogni servizio per offrire il massimo di confort, si respira aria di ottimismo. Lo stabilimento balneare è  – a pieno titolo – nella cultura e nella tradizione italiana grazie ad una serie di molteplici proposte diversificate studiate per soddisfare tutti i bisogni della collettività, anche sulla base delle differenti disponibilità economiche: dalle spiagge di lusso a quelle più familiari e popolari, fino alle spiagge libere attrezzate, su tutte, però, siamo in grado di garantire il migliore standard di sicurezza al mondo. In Italia l’economia balneare – secondo i dati del  S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a F.I.P.E./Confcommercio che associa circa 10.000 imprese balneari – conta 87mila imprese, 418mila occupati, consumi per 24 mld di euro ed un valore aggiunto di 14 mld di euro. 28.000 sono le concessioni demaniali, circa due terzi quelle destinate ad uso turistico-ricreativo, 100.000 gli occupati diretti di questo settore. E il mare si conferma la prima destinazione turistica italiana con il 30% delle presenze complessive ed un trend in costante crescita per il turismo straniero (+13% dal 2008).

L’offerta di servizi – dicono i titolari – muta di anno in anno, piccole ma mirate modifiche che puntano a soddisfare le esigenze di tutti i nostri amici ospiti. Noi lavoriamo e ci sforziamo affinché sia possibile passare ore liete e spensierate al mare, nel nostro splendido mare, per questo ci teniamo a far trovare la sabbia pulita, i servizi sempre super efficienti, il posto auto gratuito, personale gentile e professionale, attenzione per i più piccini, sicurezza per chi è in acqua e non, cibo di ottima qualità e sempre fresco, aree adatte a tutte le esigenze per tutti i momenti, vaste zone ombreggiate e ventilate, area per il divertimento dei più piccoli, docce gratuite e naturalmente la bellezza e l’eleganza del Dompablo ideato e costruito da noi e con le nostre mani che quest’anno diventa ancora più bello e più originale. Ombrellone e lettino – dicono Paolo e Alessandra Fuina  – rappresentano un prodotto vecchio, che ha un appeal limitato e non basta tenere fermi e bassi i prezzi. Anche se nuove offerte promozionali per invogliare a venire in spiaggia non solo il sabato e la domenica sono già programmate. Bisogna offrire cose nuove, attrazioni e l’allungamento delle attività durante la giornata e oltre i classici mesi estivi, come ogni domenica dalle ore 18 aperitivo e musica live,  attivita’ fisica, prelibatezze gastronomiche, proposte di itinerari turistici per chi soggiorna per periodi più o meno lunghi.

L’impegno, lo sforzo, il sacrificio, la passione dei titolari degli stabilimenti balneari alle prese con problemi storici e una situazione di inadeguatezza di strutture e servizi “fuori” gli stabilimenti di Metaponto – per il Cs Thalia – vanno sostenuti con l’obiettivo che nell’estate 2017 i lidi di Metaponto diventino “trendy” anche per i turisti che scelgono Matera e che amano il mare.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*