Fondazione Matera Basilicata 2019, a Palazzo Lanfranchi l’inaugurazione della mostra “Da un capo all’altro, ovvero nuovo atlante mobile di abitografia umana”

Protagoniste della giornata inaugurale saranno le scuole vincitrici del concorso “Atlanti migranti” promosso dall’associazione “La luna al guinzaglio”, che ha realizzato la mostra
Il 25 maggio, verrà inaugurata alle ore 20 presso il Museo di Arte Medievale e Moderna di Palazzo Lanfranchi a Matera, la mostra interattiva “Da un capo all’altro, ovvero nuovo atlante mobile di abitografia umana” promossa dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e dal Polo museale della Basilicata e realizzata dall’associazione “La luna al guinzaglio” in collaborazione con il Polo Museale della Basilicata.
La mostra nasce dalla partecipazione della Fondazione alla edizione 2016 del Fiera del Levante, nonché dal coinvolgimento di diverse scuole lucane e non, risultate vincitrici del laboratorio/concorso “Atlanti migranti”.
Dai disegni, gli acrostici e le costellazioni fantastiche nate durante il laboratorio, ai cui partecipanti veniva chiesto di disegnare un oggetto che si sarebbe voluto portare con sé in viaggio, è nata la mostra interattiva dedicata al viaggio “Da un capo all’altro”, in cui si gioca ad attraversare arcipelaghi fatti di comodini, cassettiere ed armadi che custodiscono più di 200 vestiti blu. Gli arcipelaghi-mobili da attraversare sono quattro e ognuno è dedicato a una fase del viaggio: valigie e vigilie, corpo a corpo con i luoghi, la risacca del ricordo, la comprensione. “Da un Capo all’Altro” invita ad interagire con i vestiti aprendo ante e cassetti, utilizzando paradossalmente l’intimità dell’arredo domestico e del vestiario per parlare dell’esperienza che più di tutte mette l’uomo in relazione con l’Aperto e l’Altrove. In questo capovolgimento accade che gli abiti, seguendo delle semplici indicazioni, diano vita a dei mondi interattivi poetici e anche che i mobili perdano la loro fissità, potendosi aprire ed esplorare da più lati.  In questo itinerario è anche possibile utilizzare tablet e smartphone per accedere a dei contenuti speciali, gli Scampoli di Scienza e Geografia.
La giornata inaugurale sarà caratterizzata da alcune attività dedicate alle classi delle scuole vincitrici del concorso “Atlanti Migranti”: la Primaria “Semeria” di Matera”, la secondaria di primo grado “Michelangelo” di Bari; la secondaria di primo grado “Joseph Stella” di Pescopagano, la secondaria di secondo grado “L.Da Vinci”di Brienza. A loro si affiancheranno i ragazzi della IV classe del Liceo Linguistico “L.Da Vinci” di Potenza, che stanno partecipando all’iniziativa con il progetto di Alternanza Scuola Lavoro.
Nella mattinata gli studenti, divisi in gruppi, saranno coinvolti in una passeggiata giocata nel centro storico di Matera alla scoperta di tracce e testimonianze delle diverse culture che hanno influenzato la comunità, l’arte, l’architettura e il paesaggio della città. Dopo un momento di restituzione in plenaria dei diversi percorsi che ogni gruppo avrà attraversato, nel pomeriggio i ragazzi si ritroveranno a Palazzo Lanfranchi per la visita guidata alla mostra interattiva “Da un Capo all’Altro”, le cui sezioni/arcipelaghi saranno associate ai percorsi effettuati durante la mattina, per restituire una mappa dell’attraversamento multiculturale giocato.
“Con questa mostra si conclude una fase sperimentale del lavoro della Fondazione Matera Basilicata 2019 che partendo dai grandi temi del dossier di candidatura ha declinato argomenti anche difficili come quelli dell’emigrazione con grande leggerezza e fiducia” – così commenta la mostra il direttore della Fondazione Paolo Verri che conclude: “Dai primi giorni di luglio si aprirà una fase nuova, più strutturata, che porterà alla costruzione del programma culturale del 2019”.
Lo staff
Fondazione Matera-Basilicata2019

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*