Ugl: “Auguri a Gambardella, nuovo segretario Cisl”

Il segretario regionale dell’Ugl Basilicata Giovanni Tancredi e il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano in una nota congiunta rivolgono gli auguri a Enrico Gambardella, per l’elezione a segretario generale dell’USR Cisl di Basilicata e alla nuova segreteria regionale con Giuseppe Amatulli, Gennarino Macchia, Giuseppina D’Alessandro e Carlo Quaratino.

“Non sarà certamente un percorso semplice – dichiarano i due esponenti Ugl Basilicata – ma siamo certi che il neo segretario generale Cisl Gambardella, saprà affrontare, le complesse sfide che verranno poste e saprà continuare, senza risoluzione di continuità, nel percorrere la strada che ha contraddistinto l’organizzazione sindacale in un particolare momento storico e difficile della vita sociale ed economica della Regione, nel segno dell’ottimo operato ventennale alla guida di Nino Falotico. Oggi – proseguono – non è il punto di arrivo di Enrico ma, al contrario, un punto di partenza e rilancio anche per tutto il sindacato unito in un momento molto critico per la regione lucana dove, dovremo incisivamente far sentire la propria voce contro un Governo che è sempre più sordo verso le esigenze delle fasce più deboli, e che dà vita a manovre inadeguate che pregiudicano ulteriormente i lavoratori stessi, le famiglie e i giovani. Ora tutti siamo chiamati a unirci a un’azione di rilancio del sindacato a 360° della quale c’è necessità in ragione soprattutto della crisi che attraversa il mondo del lavoro soprattutto a livello regionale. Dall’Ugl, come sempre, con lealtà e spirito collaborativo, daremo valido contributo a una grande o.s. come è la Cisl affinché da tutte le difficoltà che quotidianamente si incontreranno, unitamente superandole, sapremo trarre insegnamento per dare una continuità ad una gloriosa storia fatta di battaglie, sacrifici e capacità di rappresentare gli interessi dei più deboli. Siamo sicuri e convinti che con Gambardella a guida dell’USR Cisl – concludono i segretari Giordano e Tancredi – sia le istituzioni lucane che il Governo valuteranno d’ora in avanti e, con debito riguardo, le proposte del sindacato che, auguriamoci sempre più solido e unito, saranno non solo parole ma cemento armato per costituire una casa comune che guardi al sud: dal Ministero per il Sud a un grande patto sociale per affrontare, non a parole, la questione giovanile, rimodulare un fisco equo per pagare meno e tutti e, non per ultimo, defiscalizzare il lavoro con aiuto alle Pmi mettendo in atto politiche invitanti e convenienti per gli imprenditori nella consapevolezza che, tanto il privato quanto il pubblico, devono investire e gettare le basi per creare occupazione e sviluppo, toccasana per il rilancio della Basilicata”.

 

Potenza lì; 24 maggio 2017.

 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*