PISTICCI: AVVISTATO GROSSO PUMA O PANTERA NELLE CAMPAGNE DI ACCIO SOPRANO

PISTICCI. Che ci  fa un puma o una pantera dalle nostre parti? La domanda viene spontanea  dopo  l’avvistamento nei giorni scorsi di un grosso esemplare di felino della specie, nella campagna  dell’agro pisticcese.  E’ capitato al dr. Antonio  D’Alessandro, laureato in Scienze Forestali, che nella qualità di proprietario di alcuni terreni  nella zona di “Accio Soprano – Madonna  del Carmine” a qualche chilometro dall’abitato, mentre era intento a  guidare un  mezzo meccanico, a qualche distanza ha notato  un grosso  felino scuro  che all’apparenza  poteva anche trattarsi di un  gatto selvatico. Ma l’ipotesi è stata subito scartata in quanto, molto più prossimo all’animale, ha potuto soprattutto notare una stazza notevolmente diversa rispetto a quella dei comuni  gatti selvatici , ma anche per la coda abbastanza lunga e tortuosa. Ovviamente  la cosa  ha creato  un certo panico nel sig. D’ Alessandro che  comunque dell’accaduto ha ritenuto opportuno  informare i suoi  vicini di  zona. Ma non finisce qui, perché – sempre a detta di D’Alessandro – anche un altro cittadino pisticcese il professore in pensione Nuccio Gaeta, poco dopo si  era trovato  di fronte l’animale sempre più o meno nella stessa zona, che,  con  la descrizione, coincideva a quello  poco prima  avvistato dal dr. D’Alessandro e  qualificato come  Puma nero o Pantera (come lo intendono negli USA), insomma un felino della specie (non siamo specialisti della materia)- che comunque finora non era mai stato notato  nelle nostre campagne. Secondo il dr. D’Alessandro, che dopo l’accaduto avrebbe  sentito alcuni  contadini della zona, il giorno prima dell’avvistamento, un  furgone  che procedeva lentamente, avrebbe attraversato  quelle strade e  chissà, forse per sbarazzarsi  dell’animale. Ma la cosa, anche se non inverosimile, sarebbe quindi tutta da verificare. Pantera, Puma o altro felino della specie comunque, è chiaro però  che  a questo punto, per tutti gli abitanti della vaste zone agricole di Accio Soprano – Madonna del Carmine e viciniore, opportuno sarebbe  prestare la massima allerta e vigilanza, atteso che  comunque ci si  potrebbe trovare di fronte un  animale tutt’altro che..…domestico.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*