On. Giuseppe Moles, Commissario FI Basilicata, “SU EMERGENZA IDRICA BASILICATA”

Centinaia di ettari di terreni agricoli a secco in tutto il Metapontino proprio quando inizia la stagione irrigua, l’Autorità di Bacino che decide di diminuire la portata dell’acqua per l’irrigazione al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto (e quindi il Consorzio non può provvedere alle esigenze degli agricoltori), perenni guasti nelle condotte; a subire tutto questo sono i cittadini che con l’agricoltura tentano coraggiosamente di vivere o di sopravvivere.

La situazione è drammatica;  già da parecchi giorni gli agricoltori l’acqua non ce l’hanno, ed alle loro “suppliche” il Consorzio risponde a sua volta che non anche lui l’acqua non ce l’ha, e si giustifica parlando di rotture nelle condotte, il che a questo punto è come dire agli agricoltori “fate la danza della pioggia”; I nostri agricoltori sono ormai una categoria abbandonata a se stessa perché, nonostante i contratti di fornitura stipulati obblighino il Consorzio a fornire l’acqua dal 1 aprile, ad oggi l’acqua non viene loro fornita; di chi le responsabilità?

Se ci sono delle rotture nelle condotte, i controlli, la manutenzione e gli eventuali interventi di riparazione per evitare le perdite non si fanno d’estate ma si programmano in anticipo, e la disorganizzazione di chi non si occupa delle enormi perdite di acqua d’inverno (quando l’acqua c’è) e che poi non sa o non riesce a rispettare il compito che le è assegnato non può essere pagata dai nostri agricoltori, e non ci interessano le beghe tra Consorzio ed Ente Irrigazione perché l’agricoltura di tutta la fascia del Metapontino non può essere messa a rischio dai conflitti, dalle sovrapposizioni e dalla burocrazia e degli enti.

Siamo di fronte a crisi che si ripetono e che si aggravano di anno in anno: gli organi competenti devono finalmente cominciare per tempo a svolgere correttamente il compito per cui sono pagati, e gli organi regionali preposti al controllo ed il monitoraggio non si devono limitare come sempre a tentare di gestire una delle tante solite emergenze.

La Basilicata ed i suoi agricoltori hanno bisogno di interventi seri e ponderati in materia di gestione delle acque, non di provvedimenti emergenziali, tampone, irrazionali e dannosi; si metta mano finalmente ad una programmazione corretta e a tempo debito, per evitare che come al solito anche i cittadini agricoltori siano abbandonati a se stessi.

 

Giuseppe Moles

Commissario Regionale di Forza Italia




Commenta per primo

Rispondi