Associazione Nazionale dei Consumatori Rete Sociale Attiva: il servizio di trasporto pubblico nella città di Potenza ha creato molteplici disagi agli utenti.

Come oramai noto, il servizio di trasporto pubblico nella città di Potenza ha creato molteplici disagi agli utenti.
L’Associazione Nazionale dei Consumatori Rete Sociale Attiva si è fatta portavoce delle numerose istanze della cittadinanza in tal senso, rimaste inascoltate proprio ad opera di chi deve essere trasparente nelle proprie azioni e rispondere a bisogni e sollecitazioni della società.
Ad oggi è rimasta inevasa la richiesta collettiva di rimborso per i biglietti non più validi del sevizio di trasporto pubblico locale di Potenza rilasciati da Cotrab, a causa della assenza di previsione di una fase di transizione per smaltire i ticket recanti il  “vecchio” marchio nel corso del passaggio di gestione da Cotrab a Trotta Bus Service Spa.
 Con comunicazione del 31.10.2016, la Società Cotrab ha ribadito che era in corso l’operazione di verifica e calcolo dei titoli di viaggio rilasciati durante la gestione del servizio urbano di Potenza e non utilizzati dagli utenti, prevedendo nel più breve termine possibile e compatibilmente con la conclusione dell’attività di verifica, l’avvio della procedura di rimborso. Tuttavia, a tale dichiarazione di disponibilità, non è ancora seguita la necessaria e doverosa concretezza affinchè ai consumatori vengano riconosciuti i loro diritti.
Analogamente, sono in attesa di rimborso gli abbonamenti al servizio di trasporto pubblico urbano, in seguito alla soppressione improvvisa e scellerata, operata dall’amministrazione comunale e dalla Società Trotta Bus Services, di corse utilizzate da decine di studenti che contavano su queste uniche forme di trasporto per poter andare a scuola.
Una passività inaccettabile di cui fanno le spese ancora una volta i cittadini.
L’avv. Luisa Rubino, responsabile dell’associazione, ha dichiarato che è stato rinnovato l’invito sia alla società Cotrab (anche in relazione al notevole lasso di tempo fatto decorrere infruttuosamente per la definizione delle operazioni di conteggio) e sia alla Società Trotta Bus Services di dare tempestivo seguito agli indennizzi suddetti, con la conseguenza di adire le vie legali nel caso in cui l’inadempienza perdurasse.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*