BRAIA: NEVICATA GENNAIO 2017, DOMANDA PER DANNI DAL 24/04 AL 20/05

“A partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata – Bur, prevista per il 24 aprile 2017, dell’Avviso, sarà possibile presentare la domanda di aiuto per i danni da calamità relativi alla straordinaria nevicata e gelata del gennaio 2017”. Lo rende noto l’assessore alle Politiche agricole e forestali Luca Braia. “In meno di 20 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto del Mipaaf attraverso cui il ministro Martina, come ci aveva si da subito garantito, aveva riconosciuto lo stato di calamità, la Giunta regionale prende atto del decreto e pubblica l’avviso e il modello di domanda mediante il quale gli imprenditori agricoli danneggiati potranno richiedere e conseguire il relativo contributo. Rimaniamo ora in attesa di conoscere dal Ministero la determinazione dell’ammontare delle somme disponibili. La domanda di aiuto per i danni conseguenti agli eventi calamitosi del 5-12 gennaio 2017 che hanno colpito il territorio delle province di Matera e Potenza dovrà essere presentata improrogabilmente entro le ore 12.00 del 20 maggio 2017 ed esclusivamente compilando il formulario di Domanda di candidatura on line che sarà reso disponibile nell’apposita sezione “Avvisi e bandi” del portale istituzionale della Regione Basilicata www.regione.basilicata.it a partire dal 24 aprile 2017. Anche il Comune di Latronico – aggiunge l’assessore Braia – che per mero errore materiale non risultava compreso nell’area danneggiata dall’evento calamitoso, è adesso incluso. A seguito di ulteriori segnalazioni – conclude Braia – e relativi controlli dei tecnici degli uffici dipartimentali, si è ritenuto integrare la Dgr con la quale si delimitavano le aree danneggiate e con la quale abbiamo chiesto al Mipaaf la declaratoria della eccezionalità degli eventi, nonché la deroga al Piano Assicurativo Agricolo 2017 ed al D. lgs 102/2004, per consentire l’accesso alle agevolazioni anche alle aziende agricole che hanno subito danni alle produzioni e alle strutture aziendali assicurabili ma non assicurate. Pertanto sono ora inclusi altri fogli di mappa relativi ai Comuni di Accettura, Nova Siri e Pomarico”.

Commenta per primo

Rispondi