PISTICCI: E’ MORTO ANGELO VIGORITI

PISTICCI. Angelo Vigoriti ci ha lasciati. Si è spento ieri nella sua casa di via XX Settembre uno dei personaggi più in vista degli ultimi 50 – 60 anni della nostra città. Medico ma soprattutto uomo di cultura è stato l’animatore, regista e presentatore di tantissimi spettacoli non solo a Pisticci ma anche in altri centri della provincia. Nato a Pisticci il 10.2.1927, Vigoriti si era laureato in medicina presso l’Università di Siena dove fece parte del gruppo del famoso biologo Carlo Ricci. Studioso di lingue, soprattutto tedesco e inglese ( durante la guerra fece da interprete  alle truppe angloamericane di stanza a Taranto), al Policlinico di Bari si è dedicato alla cura Sanatoriale e alla conoscenza dei trattamenti sussidiari alla stessa. Dopo una felice parentesi  quale docente al Liceo Fortunato di Pisticci, dal 1965 al 1972 operò in Valtellina partecipando attivamente ai primi esperimenti sulla “ Efficacia dell’Associazione  Etionamide-Rifamicina nel trattamento della tubercolosi cronica”.Si fa apprezzare anche nel mondo dello sport, prima come portiere del Pisticci nel primo dopoguerra, poi come saltatore  d’asta al CUS di Bari e poi come medico sportivo per oltre 20 anni. Dal 61 al 97, l’anno del suo pensionamento, opera come medico di medicina generale, raccogliendo la massima fiducia e stima dai suoi pazienti. La sua intensa attività culturale è stata espletata con interessanti conferenze su droga, Aids e nutrizione, oltre ad essere stato promotore e regista di diversi spettacoli dal profondo intendimento didascalico con il motto da lui coniato:”Per il tempo libero dei giovani nel rispetto delle cultura” e promuovendo  riuscitissimi eventi, specie Musical a soggetto, divenuti celebri come lo straordinario “Italia cent’anni” con effetti canori che richiamano la nostra storia patria e altri come, “La canzone in 70 anni di musica italiana”, “Emozioni in musica”, “Forse un giorno”,”E’ Natale in tutto il mondo”, “Cavalcata romantica”, “Per l’educazione dell’ascolto”, “Come eravamo”,”Ritmando sotto le stelle” ad altri ancora, tutti apprezzati da un pubblico che lo ha seguito ed amato attraverso gli anni, come dimostrano i numerosi attestati di stima, a tutti i livelli. Professionista serio, medico attento e scrupoloso dalle non comuni doti di  umanità, cultura e soprattutto amore per la musica e l’arte, insomma un perfetto gentiluomo, già  insignito nel 1993,dall’allora Presidente della Repubblica dell’alta onorificenza di Commendatore. Autore di tre importanti pubblicazioni,”No non voglio morire”, “La depressione” e  Dolce paese”, I funerali di Angelo Vigoriti  si svolgeranno nel pomeriggio di sabato nella Chiesa di Cristo Re.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Rispondi