AEREONAUTICA: ATTIVITA’ ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PER RAGAZZI OLIVETTI MATERA

Proseguono le attività previste dall’accordo di partenariato tra Winfly, società di gestione della struttura aeroportuale di Pisticci e compagnia aerea, con l’Istituto Tecnico “Loperfido-Olivetti” di Matera che è l’ unico istituto tecnico sul territorio regionale ad aver attivato l’indirizzo Trasporto e Logistica, Articolazione Conduzione del mezzo. L’intesa che rientra nel programma “Alternanza scuola lavoro” prevede l’effettuazione di esercitazioni aeronautiche, stage tecnico – pratici, lezioni in aula-volante di ambientamento e familiarizzazione dei ragazzi con l’attività di volo. Referente per la scuola è la dottoressa Di Muccio Vice Preside; Istruttore Winfly il maresciallo Rocco Toscano. L’Alternanza scuola lavoro è una modalità didattica realizzata in collaborazione fra scuole e imprese per offrire ai giovani competenze spendibili nel mercato del lavoro e favorire l’orientamento. Il giovane impara in contesti diversi, sia a scuola sia in azienda. Le competenze acquisite in azienda sono riconosciute come crediti per il conseguimento del diploma o della qualifica.
In linea con questi obiettivi, il sistema formativo dell’ITS “Loperfido – Olivetti” prepara le basi delle varie competenze. Nell’ottica di una progettualità orientata a “IMPARARE AD IMPARARE” e per consentire agli studenti di misurarsi con i rapidi cambiamenti delle tecnologie, i mutamenti delle modalità di lavoro e dei mercati, nonché con l’evolversi delle conoscenze scientifiche l’istituto ha proposto, a partire dalla conoscenza del Territorio, attività progettuali secondo differenti modalità tra cui periodi di attività in azienda; visite aziendali; stage osservativi strutturati; partecipazione ad eventi aziendali; formazione in aula con esperti; impresa simulata; stage presso aziende. I prossimi incontri programmati sono per i giorni 26 e 27 Maggio, 4 e 5 giugno. Nello specifico gli argomenti che saranno trattati verteranno sulla manutenzione aeronautica, formazione del personale manutentivo, proiezione video riguardanti le fasi di collaudo di aeromobili. Particolarmente interessante per gli studenti gli argomenti riguardanti la formazione del personale manutentivo, quindi il conseguimento della LMA (Licenza Manutentore Aeronautico). L’iniziativa – sottolinea Winfly – scaturisce dalla necessità di colmare una lacuna osservata nell’attuale scuola italiana dove nessuno dei titoli di studio rilasciati dagli istituti tecnici con indirizzo aeronautico consente l’accesso diretto ad una professione nel settore. In Italia la previsione di domanda di specialisti di manutenzione aeronautica nei prossimi anni,  rivela un verosimile raddoppio dei posti di lavoro in ciascuno dei tre comparti rispettivamente formati da:  compagnie aeree, aviazione generale, operatori elicotteristi. Nel campo del trasporto aereo pubblico i tecnici ed i meccanici rappresentano circa il 50% in quanto, diversamente da quanto si verifica nell’aeronautica generale, il settore è caratterizzato da un rilevante numero di addetti con semplice qualificazione rilasciata dalle compagnie. Spesso in Italia l’offerta costituita da giovani diplomati degli istituti aeronautici e la domanda di personale nel settore aeronautico, stentano ad incontrarsi più che nel resto d’Europa. Tale situazione si verifica sebbene il mercato del trasporto aereo sia in tumultuosa espansione e dietro ogni aereo che vola a terra lavorino in media 10/12 persone con profili professionali diversi ma tutti indispensabili. Tra addetti alla manutenzione, agenti di rampa, operatori aeroportuali, controllori di volo esistono più di 50 tipi di licenze ed abilitazioni specifiche. Tra nuovi posti di lavoro e turnover di pensionamento, si calcola che entro i prossimi cinque anni serviranno solo in Italia non meno di 2500 nuovi tecnici qualificati a vari livelli. E a conferma della validità del progetto di Polo Didattico Aereonautico sostenuto da Winfly, dopo il successo dei primi due corsi teorico e pratico per diventare pilota di drone professionista presso la struttura aeroportuale Enrico Mattei di Pisticci nei giorni 26-27-28 maggio è programmata un’ altra sessione dello stesso corso. La richiesta di licenze per gli aeromobili a pilotaggio remoto – sottolinea Winfly che ha esperienza diretta nell’impiego di droni –  ha determinato la scelta di continuare l’attività di formazione perché il mercato dei droni mostra segnali di crescita. Gli Apr (Aeromobili a pilotaggio remoto) che volano nel Paese ad oggi risultano essere oltre 1.200, almeno tenendo in considerazioni quelli che volano nel rispetto del Regolamento emesso dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac), recentemente aggiornato. I vantaggi del pilotaggio remoto sono virtualmente illimitati e la miniaturizzazione dei sensori utili alle attività di rilevamento rende “i droni” strumenti di lavoro aereo in grado di svolgere attività che, fino a pochi anni fa, potevano essere operate solo mediante aeromobili “con pilota a bordo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.




Commenta per primo

Rispondi