Edilizia scolastica: 305.000 euro per Gravina in Puglia

Siglata la convenzione per il completamento del consolidamento della “Montemurro”
I lavori si protrarranno per due mesi da fine maggio, senza interferire sull’attività didattica

Siglata a Bari, negli uffici del Dipartimento dello Sviluppo Economico, la convenzione che consentirà al Comune di poter incassare ed utilizzare il finanziamento di 305.000 ottenuto nel 2016 dall’Amministrazione Comunale per poter procedere al completamento dei lavori di consolidamento e adeguamento sismico della scuola media “Don Eustachio Montemurro”.
L’intesa è stata siglata, per il Municipio gravinese, dall’assessora alla pubblica istruzione, Lucrezia Gramegna, su delega del sindaco Alesio Valente, e dal responsabile unico del procedimento, ingegner Onofrio Tragni. Le somme, già disponibili, saranno erogate dalla Regione nell’ambito del piano regionale triennale di edilizia scolastica (annualità 2016) ed utilizzate dal Comune per restituire sicurezza ad un istituto scolastico frequentato da circa 600 alunni, edificato su un’area di 4.350 metri quadrati. L’intera struttura è composta da tre corpi: uno costituito dalla palestra, l’altro da aule ed uffici, il terzo da aule speciali. Proprio quest’ultimo, a breve distanza dal collaudo, risalente al 2006, ha subìto fessurazioni in più punti. Già nel 2014 Palazzo di Città, dopo aver disposto nel 2013 con ordinanza il divieto di utilizzo dei locali scolastici in questione, aveva ritagliato ed investito più di 150.000 euro all’interno del bilancio comunale per eseguire l’avvio dei lavori di consolidamento delle fondazioni. Adesso, coi 305.000 euro erogati dalla Regione, sulla base della progettazione predisposta dal Comune, si potrà dare avvio al secondo stralcio e consentire così il ripristino delle lesioni strutturali ed il rifacimento ex novo del muro di cinta.
Già svolta la gara d’appalto: a seguito della stipula della convenzione, si procederà ora all’aggiudicazione definitiva ed alla consegna dei lavori. Secondo il cronoprogramma elaborato dagli Uffici municipali, una volta adempiute le ultime, residue formalità di ordine burocratico, i cantieri apriranno i battenti a fine maggio e resteranno in attività all’incirca per due mesi. Non vi saranno interferenze sul normale svolgimento delle attività didattiche.
Gravina in Puglia, 10 aprile 2017

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*