“Oltre i classici, noi”: con Emmanuele Curti si inaugura il nuovo ciclo di incontri dell’Associazione Italiana di Cultura Classica

Matera 30 marzo 2017, alle ore 18, presso Comincenter in piazza Matteotti.

Matera, 27 marzo 2017 – Riprendono le attività della Delegazione di Matera “Giuseppe Bruno” dell’Associazione Italiana di Cultura Classica: l’appuntamento è a Matera per il prossimo 30 marzo, alle ore 18, presso il Comincenter in piazza Matteotti con l’archeologo Emmanuele Curti che terrà una lezione dal titolo “Oltre i classici, noi”. Emmanuele Curti, archeologo, dopo la formazione a Perugia, è approdato a Londra, dove ha insegnato per anni, per poi fare ritorno in Italia. Si è occupato per anni di processi di acculturazione nell’antichità fra mondo greco, romano ed indigeno, ed ha portato avanti progetti di ricerca a Pompei e in Giordania. Negli ultimi anni la sua attenzione si è concentrata sui cambiamenti dei paradigmi delle discipline umanistiche legate ai beni culturali e al necessario sviluppo di un nuovo approccio alla dimensione socio/economica della cultura. È attivamente impegnato nel percorso di Matera 2019. L’incontro con Emmanuele Curti è il primo del ciclo degli appuntamenti primaverili che, come ogni anno, la Delegazione organizza per soci e simpatizzanti. L’obiettivo è quello di proporre alla cittadinanza dei focus culturali di alto livello che attingano a piene mani dai classici, per riscoprirli attuali. Da oltre trent’anni incoraggiamo la diffusione della cultura classica a Matera e in Basilicata, nelle scuole, nei licei, tra la gente. Perché siamo convinti di una cosa: il futuro ha un cuore antico. Puoi seguirci anche su Facebook www.facebook.com/culturaclassicamatera/ o scriverci all’indirizzo e-mail aicc.matera@gmailcom.

Il Consiglio direttivo

Nicoletta Bruno, Presidente

Carmelo Nicolò Benvenuto, Segretario

Nicola Andrulli, Tesoriere

Associazione Italiana di Cultura Classica

L’Associazione Italiana di Cultura Classica è una libera associazione di docenti dell’Università e della Scuola, di studenti e di semplici cittadini che credono fermamente nella perennità dei valori della Cultura Classica, fondamento della moderna Cultura Europea, e si adoperano, ciascuno per le proprie possibilità, per la loro salvaguardia e la loro diffusione. Fondata nel 1897 a Firenze, l’Associazione è una delle centinaia di Società diffuse in ottanta Paesi del mondo, che perseguono le stesse finalità e sono raggruppate nella Fédération Internationale d’Etudes Classiques, organismo internazionale che è sotto l’egida dell’UNESCO.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*