On. Latronico (DI) su patto per la Basilicata

“Anche l’ultima visita a Potenza  del ministro del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, sullo stato di attuazione del cosiddetto ‘patto per la Basilicata’ firmato a Matera  circa un anno fa, non ci convince del tutto sul fronte dei riscontri effettivi dell’avanzamento dei progetti infrastrutturali e delle altre misure di sviluppo”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico, deputato di Direzione Italia. “Non abbiamo ancora pubblica  contezza del cronoprogramma in cui siano chiari i tempi, le risorse finanziarie ed i soggetti attuatori per ciascuna delle opere incluse nel programma che dovrebbe muovere risorse per 4 miliardi  di euro con un investimento di 2 md nel primo biennio. Abbiamo da mesi chiesto al Governo  di venire a riferire in Parlamento  sullo stato di attuazione del programma Basilicata, peraltro ampiamente connesso alla missione di Matera  capitale europea della cultura per il 2019.  In questo senso l’assenza del Comune  di Matera e del suo sindaco al tavolo di verifica dello stato di attuazione del programma  non è stato un buon segnale ed una conferma di un atteso  livello di cooperazione istituzionale rafforzata. Incalzeremo nei prossimi giorni il Governo  perché venga a riferire in Parlamento  su quanto  in questi mesi si è fatto in termini di progettazione e di appalto di opere e di varo di altre iniziative. Si tratta di opere in buona misure incluse in precedenti   piani di programmazione per il Sud che per l’inerzia dei soggetti attuatori non hanno mai visto la luce . Non vorremmo rivedere la stessa scena. L’evento di Matera  capitale europea della cultura – ha concluso Latronico – merita strumenti di governo stringenti e capaci di assumere una iniziativa ed una operatività di cui un tavolo di verifica programmatica non dispone”.

Potenza 18 marzo 2017

Commenta per primo

Rispondi