Pisticci: esito del concorso “Libere dalla Paura”

Il concorso “Libere dalla Paura”, indetto dall’Amministrazione Comunale di Pisticci e dallo Sportello Antiviolenza Donna del Comune in collaborazione con la locale sezione di F.I.D.A.P.A., ha riscosso grande successo tra i più giovani della comunità pisticcese. Il bando aveva come obiettivo il coinvolgimento degli alunni delle scuole primarie e secondarie del territorio, chiamati a partecipare al concorso attraverso la realizzazione di elaborati multimediali o letterari su un tema molto sentito come quello della violenza di genere. La prima fase del concorso si è aperta il 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, mentre la presentazione e premiazione degli elaborati si è tenuta lo scorso 8 marzo, in occasione della Festa della Donna, presso la Sala Consiliare di Pisticci. La manifestazione, molto partecipata, si è aperta con i saluti del Sindaco di Pisticci Viviana Verri che ha voluto sottolineare l’importanza del ruolo delle donne nella società: “Essere donna significa essere madre, avere una propensione all’amore, ma, purtroppo, significa anche altro. Spesso la donna si sente penalizzata sui luoghi di lavoro, nelle relazioni sociali, subisce violenza di ogni genere ed è importante che i più giovani inizino a riflettere su questi comportamenti intollerabili. Ogni donna deve liberarsi dalla paura perché non è inferiore a nessuno: essere donna è una risorsa da valorizzare ed impiegare nei migliori modi possibili. Il mio sogno è quello di superare le quote rosa e, un giorno, vedere che uomini e donne vengano valutati solo ed esclusivamente in base al loro merito e alle loro capacità. Può sembrare un sogno banale, ma nella società moderna non è assolutamente scontato”.

Presenti alla manifestazione anche la presidentessa F.I.D.A.P.A. Francesca Picciani, la preside dell’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina” Cristalla Mezzapesa, la Responsabile del settore socio-culturale del Comune di Pisticci Adele Esposito e la psicologa dei servizi sociali e referente dello Sportello Antiviolenza Donna Carmen Centola. Hanno partecipato al concorso ben nove classi, suddivise tra gli Istituti Comprensivi “Quinto Orazio Flacco” di Marconia e “Padre Pio da Pietrelcina” di Pisticci e l’Istituto Comprensivo “Giustino Fortunato” di Pisticci: “Gli elaborati multimediali, artistici e letterati hanno emozionato il pubblico presente per la loro semplicità ed incisività, facendo emergere l’importanza di denunciare e del non restare in silenzio – ha commentato la psicologa Carmen Centola – Abbandono, paura e violenza compromettano la libertà, la dignità e il rispetto di ogni donna. Dai lavori presentati è emerso l’importante lavoro sulle emozioni e sulla necessità di alfabetizzazione emotiva che deve partire proprio dalle scuole e dagli studenti più piccoli”.

Il prossimo 17 marzo lo Sportello Antiviolenza Donna del Comune di Pisticci, sempre in collaborazione con l’associazione F.I.D.A.P.A., ha organizzato uno spettacolo teatrale, dedicato agli studenti delle scuole secondarie del territorio, dal titolo “E ‘l mondo ancor m’offende” di Giuliano Turone, magistrato dal 1969 al 2007 noto per le sue inchieste sulla criminalità mafiosa, e Igor Grcko, proveniente dall’Accademia di Arte Drammatica di Zagabria. Lo spettacolo teatrale civile, organizzato presso il Cinema Comunale di Marconia, affronta la tematica della violenza di genere, partendo dai versi danteschi di Paolo e Francesca per poi dedicarsi alla battaglia culturale relativa all’uguaglianza di genere. All’evento culturale sarà presente anche il Prefetto di Matera Antonella Bellomo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*