COMUNE DI MATERA: DE RUGGIERI RISPONDE AGLI EX SINDACI

“La sollecitazione pervenuta dai colleghi sindaci per orientare il disegno ed il ruolo funzionale di piazza della Visitazione è coerente con la decisione assunta dal governo della città”. Così il sindaco Raffaello de Ruggieri risponde ai suoi omologhi che lo avevano sollecitato con una lettera aperta su piazza della Visitazione,  nei giorni scorsi. A titolo personale, inoltre il sindaco ha inviato una nota ad ogni singolo firmatario della nota.

“Infatti, la nota risulta sintonizzata con la scelta maturata dopo i numerosi incontri con il gruppo consiliare di maggioranza, con le commissioni consiliari competenti e con il pubblico dibattito organizzato dall’associazione culturale Adriano Olivetti di Matera.

L’area in questione – prosegue il sindaco – denuncia da sempre un dualismo funzionale: piazza Matteotti – piazza della Visitazione; snodo intermodale e luogo urbano di contatto e di contaminazione del centro storico con l’espansione della città contemporanea.

Per tale ragione occorrerà trovare il corretto equilibrio tra tali funzioni, essenziali e nevralgiche, e individuare un progetto che esalti la qualità urbana di questa area centrale senza ignorare la funzione strategica di accesso alla città e di drenaggio del traffico urbano di percorrenza di turisti e pedoni verso il centro storico e i Sassi.  Da questa consapevolezza – aggiunge il sindaco – scaturisce la necessità di affidare la progettazione del luogo ad un artefice prestigioso, in grado di proporre soluzioni tali da divenire un autorevole e riconosciuto modello progettuale.

Con questa visione è imminente la pubblicazione di un avviso che, attraverso i criteri di riconosciuti valori professionali e di significative esperienze compiute, selezioni il professionista cui affidare il progetto dell’area, in grado di esprimere i richiamati valori di assetto urbano, di coerente architettura e di innovativa pubblica fruizione del luogo.

Gli unici vincoli irrinunciabili saranno quelli legati al contenimento di nuove volumetrie e alla conseguente definizione di un significativo connettivo di verde urbano.

Questa azione – conclude il sindaco – dovrà rispettare tempi ravvicinati di attuazione poiché, e questo è il paradosso del nostro fortunato tempo, non si vuole un concorso di idee poiché esistono risorse finanziarie certe, in grado di garantire la definitiva sistemazione di questo significativo spazio della città di Matera”.

 

Matera, 13 marzo 2017

Commenta per primo

Rispondi