“TERRA di FUTURO – AGRI CULTURA del POSSIBILE”

GIOVEDÌ 2 marzo ’17, presso la sede del movimento C7, alla presenza del candidato sindaco Domiziano LASIGNA, del presidente Marco ORSINI e degli esperti Gianluca MONTEMURRO e Leonardo DEL PRETE abbiamo esposto e trattato lo scenario “TERRA di FUTURO – AgriCultura del Possibile – nuovi mercati per la campagna: Eccellenze, Turismo, Paesaggio”.
L’Agricoltura è tema centrale e complesso. Quanti saranno stati i programmi politici che hanno trattato il tema Agricoltura? E in che modo? L’agricoltura, e tutto il comparto ad essa connesso, rappresenta la fonte primaria di impresa, di reddito e di occupazione per la nostra città. Rappresenta una “vocazione”.
Iniziamo da qui!
La terra come rinnovata opportunità di sviluppo, intesa attraverso nuovi codici interpretativi: bandi nazionali e comunitari, occasioni di condivisione imprenditoriale e di capacità locali, attuazione di buone pratiche di coltivazione e commercializzazione, promozione della multifunzionalità dell’Azienda Agricola.
Perché “Terra” è anche Agri Turismo, agri-didattica, multi-produzione, ma anche paesaggio.
Abbiamo scelto tre linee di intervento per curare e “amministrare” il comparto agricolo: FORMAZIONE, PROMOZIONE e PRESIDIO.
La FORMAZIONE passa per lo “SPORTELLO VERDE” (fisico e virtuale) che offre percorsi di formazione ed informazione agli agricoltori palagianesi; che promuove condotte virtuose; che divulga e agevola l’accesso a bandi e fondi istituzionali.
La PROMOZIONE passa anche per le “ETICHETTE DI VALORE” che spiegano origine e processi di coltivazione, puntando sulla valorizzazione delle produzioni identitarie e sostenibili.
Introdurremo la De.C.O. (denominazione comunale d’origine) come primo e principale marchio identificativo dei prodotti tipici locali ai quali poi potrà essere affiancato ogni altro marchio. La De.C.O. identifica, valorizza e promuove (previa autorizzazione del Consiglio Comunale) prodotti originari e tradizionali del comune.
Il PRESIDIO è sinonimo di identità, di sicurezza e di controllo del nostro territorio, con particolare attenzione alla campagna. Implementeremo – con opportuni protocolli di intesa, con tavoli di concertazione e con l’impiego delle associazioni specializzate – la sorveglianza delle zone agricole.
Questi alcuni punti della scheda programmatica “AGRICOLTURA”. Perché amare Palagiano significa difendere le proprie radici, quelle radici che attecchiscono e crescono nella nostra “terra”, terra di futuro!
Con #LasignaSindaco #PalagianoPuó

Commenta per primo

Rispondi