PISTICCI. NOZZE DI DIAMANTE NELLA CHIESA DI SANT’ANTONIO

PISTICCI. Le nozze d’oro  ormai appartengono al passato , quelle di diamante sono state appena festeggiate, ora  l’attenzione è rivolta  ai prossimi  appuntamenti , quelle  delle  nozze di ferro ( 70 anni di matrimonio) e  quelle di  platino (75). Lunga vita alla  magnifica coppia Nino Grieco  Nobile (per tutti, “zio Nino,” per i suoi ex alunni  delle elementari, “signor  maestro”), Maria De Cesare, che appunto oggi, ha festeggiato questo splendido giorno della loro  unione. Sposati il 25 febbraio del 1957 nella cattedrale di Craco, il centro in cui era nata e risiedeva la sposa, ben voluti da tutti, hanno vissuto  sempre  nella nostra città dove ore abitano l’appartamento di via Garibaldi nella parte centrale dell’abitato. Una cerimonia solenne quella, per l’occasione, celebrata dal Parroco don Michele Leone, unitamente ai sacerdoti don  Giuseppe Ditolve e don Antonio Acquafredda, con la presenza  in privato  di don Rocco Rosano, amico di famiglia. Eleganti, ma anche parecchio emozionati, i due coniugi  hanno  ascoltato la santa messa  accanto ai figli Michele e Loredana, nipoti, parenti e tantissimi amici e conoscenti che con la loro presenza hanno voluto testimoniare la loro vicinanza a due  persone squisite  come  Nino e Maria in un giorno particolarmente  felice e indimenticabile della loro esistenza. Nella sua omelia don Michele Leone,  citando  i vangeli e in particolare il primo grande discorso di Gesù, quello “della montagna” , ha ricordato il senso di responsabilità  dell’uomo chiamato a rispettare le leggi  divine compreso quindi,  le regole d’amore, intese in tutte le sue dimensioni, legate alla unione tra l’uomo e la donna. Don Leone, con gli auguri di rito, ha anche sottolineato, l’esempio di vita cristiana della coppia Grieco Nobile sempre presente alla vita della parrocchia. Ma noi, che queste persone le conosciamo bene, vogliamo anche ricordare il loro passato in Comunione e Liberazione degli anni 70-80 quando Pisticci era  all’avanguardia  nell’attività di quel giovane  movimento. Agli auguri di tutti, quelli miei personali e della redazione.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*